sabato 24 giugno 2017

TRAMEZZINI DI PANE INTEGRALE BIO CON SEMI DI LINO, MOUSSE DI ASPARAGI E PROSCIUTTO CROCCANTE





Questi tramezzini sono perfetti per aprire un pranzo o per un finger food informale tra amici. Semplici, semplici, si preparano con pochi passaggi e pochi ingredienti. Ho utilizzato il pane integrale biologico con semi di lino di Pane Pema, un pane biologico con certificazione europea e il marchio di qualità Bioland, la più grande associazione tedesca di produttori biologici.

TRAMEZZINI DI PANE INTEGRALE BIO CON SEMI DI LINO, MOUSSE DI ASPARAGI  E PROSCIUTTO CROCCANTE
Ingredienti per 4 tramezzini:
2 fette di pane integrale biologico con semi di lino Pane Pema
8 asparagi
2 fette di prosciutto crudo
2 cucchiai di panna vegetale
il succo di mezzo limone
sale e pepe bianco q.b.
Preparazione: tagliare le fette di pane a metà. Eliminare la parte dura degli asparagi e cuocerli in acqua bollente salata. Scolarli. Conservare quattro punte di asparagi per decorare. Il resto degli asparagi passarlo al mixer con il succo del limone, il sale ed il pepe. Aggiungere la panna e mescolare bene. Su una piastra ben calda, rosolare il prosciutto fino a quando risulterà croccante. Andare ad assemblare ora le tartine, mettendo una base di mousse di asparagi, qualche pezzetto di prosciutto e la punta degli asparagi.

Buon appetito, Sabina.

venerdì 23 giugno 2017

MINI PANINI CON BURGER DI TROTA SALMONATA AL LIME, POMODORO E MICRO ORTAGGI





Ogni tanto, a casa mia, ci piace gustarci un bel panino. Oggi ho ideato un panino con burger di pesce. La mia scelta è ricaduta sulla trota salmonata, pesce spesso snobbato, ma ricco di proprietà e anche economico. La sua realizzazione è davvero semplice, l' unica accortezza e tenere i burger ad insaporire in frigo almeno una mezzoretta prima di cuocerli, in modo da legare bene il pesce al lime e
all' erba cipollina.

MINI PANINI CON BURGER DI TROTA SALMONATA AL LIME, POMODORO E MICRO ORTAGGI
Ingredienti per 2 mini panini:
2 piccoli panini ai semi di papavero
300 g filetto di trota salmonata
2 fette spesse di pomodoro
maionese light q.b.
olio extravergine di oliva
sale e pepe bianco q.b.
la scorza di un lime
6 steli di erba cipollina
Micro Ortaggi Cavolo Rapa Pianta Natura
Preparazione: togliere la pelle al filetto di trota, avendo cura di eliminare con una pinzetta le spine centrali. Tagliare ora il filetto a pezzetti e tritarlo grossolanamente con un coltello. Mettere il pesce in una ciotola, salare, pepare, mettere un filo di olio, l' erba cipollina tritata e la scorza del lime. Amalgamare bene e lasciare riposare in frigorifero almeno una mezzoretta. Andare ora a formare i burger di pesce aiutandosi con un coppapasta e pressando bene al suo interno. Devo avere uno spessore di circa due cm. Lasciare riposare i burger una decina di minuti. Scaldare ora una piastra, ungendola appena di olio e cuocere i burger di pesce una decina di minuti, avendo cura di rigirare a metà cottura. Pulire i micro ortaggi. Andare ora a comporre i piccoli panini: sulla base mettere la maionese, il burger di pesce raffreddato, la fetta di pomodoro con un pizzico di sale, i micro ortaggi.




Servire con patatine fritte. Buon appetito. Sabina.

mercoledì 21 giugno 2017

SPIEDINI DI MINI HAMBURGER CON PANCETTA, PATATE E POMODORINI.





Oggi ho realizzato un pranzo buffet tra amici. Tra le varie proposte, molto successo hanno avuto questi mini spiedini handmade di piccoli hamburger con pancetta, patate e pomodorini. Il tutto impreziosito dalla Stonewall Kitchen Roasted Apple Grille Sauce, salsa realizzata con mele leggermente grigliate e sciroppo d'acero. Le mele di New England si mescolano con puro sciroppo di acero per un abbinamento divino sulle costine di maiale e su qualsiasi tipo di carne. Buonissima anche in abbinamento ai fagioli lessi saltati in padella.

SPIEDINI DI MINI HAMBURGER CON PANCETTA, PATATE E POMODORINI.
Ingredienti per 8 spiedini:
400 g carne macinata
2 patate medie
8 pomodorini
2 fette di pancetta di maiale
spezie Chicken&Pork Rub Stonewall Kitchen q.b.
mezza cipolla di Tropea
olio extravergine di oliva
Roasted Apple Grille Sauce Stonewall Kitchen a piacere
rucola per decorare
pangrattato q.b.
Preparazione: preparare i mini hamburger. In una terrina mettere la carne macinata, la cipolla tritata fine e le spezie. Amalgamare bene con le mani. Lasciare riposare in frigo una mezzoretta. Pelare le patate, lavarle e asciugarle, tagliare a fette e con un piccolo coppapasta tondo, andare a ricavare dei cerchi. Mettere a lessare le patate pochi minuti in acqua bollente salata. Scolarle bene e terminare la cottura su una piastra ben calda e leggermente unta di olio. Tenere da parte. Tagliare i pomodori a metà. Su una padella antiaderente mettere a rosolare la pancetta, rendendola abbastanza croccante e una volta cotta, ricavare otto pezzetti. Andare ora a formare i mini hamburgher, utilizzando lo stesso coppapasta per ottenere dei cerchi uguali alle patate. Cospargere leggermente i mini hamburger con pangrattato. Su una piastra leggermente unta, cuocere i mini hamburgher pochi minuti per lato. Andare ora a comporre gli spiedini: metà pomodorino, un mini hamburgher, una patata, un pezzo di pancetta, un altro mini hamburger, patata e terminare con il pomodorino. Finire così di comporre gli altri spiedini. Servire in piattini o barchette di bambù, su di un letto di rucola e cospargere con la deliziosa Roasted Apple Grille Sauce.




Buon appetito, Sabina.

martedì 20 giugno 2017

FIDELIN DEL MORO CON GRANO SARACENO, PESTO DI ASPARAGI, PINOLI E TIMO.





Come rimanere insensibili davanti ad un bel piatto di pasta? Io proprio non resisto, ma oggi porto a tavola tanto benessere grazie al contributo di Pasta Moro con i suoi Fidelin del Moro con grano saraceno, prodotti secondo le antiche tradizioni locali e fatti con semola di grano duro e la migliore farina di grano saraceno. Una pasta che contiene meno carboidrati e più fibre rispetto alla normale pasta di grano duro. Quindi un minor apporto calorico, utile per mantenere sotto controllo il peso e perfetta se consumiamo poche energie conducendo una vita sedentaria. 
E per salare il piatto, mi affido come sempre ad Aquasalis con il 75% di sodio in meno.

FIDELIN DEL MORO CON GRANO SARACENO, PESTO DI ASPARAGI, PINOLI E TIMO
Ingredienti per 2 persone:
160 g Fidelin del Moro Pasta Moro
1 mazzetto di asparagi
il succo di mezzo limone
15 g pinoli
olio extravergine di oliva
Aquasalis q.b.
qualche rametto di timo fresco
pepe bianco q.b.
Preparazione: tagliare la parte dura dei gambi degli asparagi. Un ottimo modo per sapere esattamente dove tagliare, è spezzarlo con le mani, il gambo si romperà esattamente nel punto giusto. Lessare per qualche minuto gli asparagi in acqua bollente, tenendo le punte fuori dall' acqua. Scolarli e lasciarli intiepidire. Nel frattempo tostate i pinoli. Tagliare gli asparagi a pezzi conservando delle punte per  impiattare e mettere quindi gli asparagi rimanenti nel mixer, unendo il succo del limone, metà dei pinoli tostati e un giro di olio. Frullare fino ad ottenere un pesto fluido. Unire quindi una spruzzata di Aquasalis e una macinata di pepe. Se occorre, allungare con altro olio. Mettere ora a cuocere i Fidelin del Moro in abbondante acqua leggermente salata, scolarli al dente conservando qualche cucchiaio di acqua di cottura e trasferire la pasta in una terrina. Unire ora il pesto, amalgamando e unendo dell' acqua di cottura se richiesto. Andare ad impiattare, guarnendo con i pinoli rimasti, le punte degli asparagi e con foglioline di timo.



 Una delizia, tra l' altro molto fresca e perfetta per queste giornate di caldo. Buon appetito.
Sabina.

lunedì 19 giugno 2017

LA MIA ESPERIENZA CON LAMAZUNA, LA COSMESI ECOSOSTENIBILE.





Innamorarsi di Lamazuna è stato semplice. Apri il pacco e vieni subito rapita dalle confezioni colorate... Lamazuna è un brand francese che offre solo prodotti ecosostenibili, perlopiù cosmetici solidi, perfetti per essere portati in viaggio con il minimo ingombro.

Le confezioni sono minimal, nessun utilizzo di plastica; la produzione è rispettosa dell' ambiente e dell' uomo, la loro filosofia aziendale oltre ad avere rispetto per l' ambiente garantisce anche condizioni eque per i suoi dipendenti e fornitori. I prodotti Lamazuna sono certificati PETA, non testati sugli animali, vegan, biologici, sostenibili e di altissima qualità.

I prodotti solidi proposti sono diversi: dentifrici, shampoo, deodoranti, burro cacao, ma anche salviette struccanti, spugna di konjac, pulisci orecchie, spazzolini da denti e coppette mestruali.




Utilizzo da tempo la spugna di konjac, una spugna totalmente naturale, in grado di esfoliare delicatamente la pelle senza aggredirla, migliorando nel tempo la luminosità e la grana della pelle. E' morbida e porosa, naturalmente alcalina, aiuta a migliorare l' acidità della pelle e stimola la microcircolazione. Va passata con movimenti circolari. In Corea la spugna di konjac viene utilizzata tranquillamente anche per i bebè, essendo morbidissima e può essere utilizzata in abbinamento a saponi delicati e lozioni. Va sottolineato che nella confezione la spugna di konjac è secca e dura, basteranno pochi secondi in acqua tiepida per reidratarla e renderla pronta all' uso. Il suo tempo di durata gira intorno ai tre mesi circa.




L' Oriculì è la versione cruelty free e vegan del classico cotton fioc di cui spesso tanto si abusa. Il bastoncino di bambou proviene dal Giappone e dalla Cina, viene utilizzato infatti dalla popolazione per la pulizia delle orecchie. Ecologico ai massimi livelli, aiuta a prevenire i tappi di cerume, riduce gli sprechi ed è riutilizzabile a vita. Non deve essere manipolato dai bambini, in quanto va usato con attenzione. Con la sua palettina all' estremità del bastoncino, infatti, si andrà ad esportare il cerume presente all' entrata dell' orecchio. Ricordiamoci che è errato andare in profondità, in quanto il cerume serve a proteggere il timpano e quindi va rimossa solo la parte antiestetica e visibile. Il suo utilizzo è forse meno confortevole del morbido cotton fioc, ma con il nostro Oriculì andremo ad evitare gli sprechi.




Una vera scoperta, per me, i dentifrici solidi! Infilati su un bastoncino compostabile di legno, i dentifrici sono durevoli ed ecologici ai massimi livelli, un solo dentifricio rende come due tubetti di dentifricio tradizionale. Contengono solo carbonato di calcio e caolino per denti puliti ed oli essenziali. Proprio per la presenza di oli essenziali, non sono consigliati a donne in stato di gravidanza e bambini sotto i tre anni. Disponibili in tre gusti: menta piperita, cannella, salvia e limone. Il loro utilizzo è semplicissimo: tenere il dentifricio dal bastoncino, bagnare lo spazzolino da denti e strofinarlo sulla parte solida. Va sottolineato che l' esperienza è totalmente diversa da quella a cui siamo abituati: il dentifricio solido non produce quasi schiuma, è un modo diverso di lavarsi i denti, ma altrettanto efficace e naturale.

Ringrazio Lamazuna per il gentile omaggio. Sabina. 


domenica 18 giugno 2017

4 LEGUMI LEGU' CON PESTO DI ZUCCHINE ALLE NOCI E FIORI.





Oggi torno a parlarvi di Legù e della sua filosofia: il cibo può, e deve, essere migliorato. Legù non è pasta, bensì un mix di legumi in proporzione variabile tra ceci, fagioli bianchi e piselli gialli decorticati, cotti a vapore pochi secondi, essicati a bassa temperatura e macinati.

Legù, che ha ottenuto il prestigioso premio #atuttainnovazione al Tuttofood 2017, ha lanciato sul mercato anche Legù 4 legumi ( fagioli bianchi, ceci, lenticchie gialle decorticate e piselli gialli ) che è mutuabile dal Sistema Sanitario Nazionale. Quindi una buona notizia per tutti i celiaci. Ma Legù non è solo adatta ai celiaci, ma anche per tutte quelle persone che vogliono adottare uno stile di vita sano, dagli sportivi, ai vegani, passando anche per i diabetici contenendo solo 24 g di carboidrati a porzione.
Legù è prodotta in Italia, naturale al 100%, senza additivi, con proteine vegetali, ricca di fibre e sali minerali, senza glutine, trafilata al bronzo ed essicata a bassa temperatura.

4 LEGUMI LEGU' CON PESTO DI ZUCCHINE ALLE NOCI E FIORI
Ingredienti per 2 persone:
120 g di 4 Legumi Legù
1 zucchina
40 g noci sgusciate
qualche fiore di zucchina
olio extravergine di oliva
1 spicchio di aglio
sale e pepe q.b.
Preparazione: per prima cosa lavare e spuntare la zucchina. Tagliarla a julienne e metterla a rosolare dolcemente qualche minuto in una padella con un filo di olio e lo spicchio di aglio schiacciato. Trasferire la julienne di zucchina nel mixer, conservando da parte qualche filetto, unire una presa di sale e pepe, tre quarti delle noci e l' olio. Frullare a piccoli scatti, fino ad ottenere un pesto omogeneo, allungando con dell' olio se necessario. Tritare grossolanamente le noci rimaste e tenere da parte. In padella passare i fiori di zucchina lavati e puliti in un filo di olio, basteranno pochi istanti. Cuocere Legù seguendo le indicazioni sulla busta, scolare e condire con il pesto di zucchina, la julienne di zucchina conservata da parte e comporre il piatto decorando con i fiori di zucchine e la granella di noci.

Buon appetito con Legù e Sabina.

venerdì 16 giugno 2017

INVOLTINI DI BRESAOLA AL SESAMO, CON MOUSSE DI TONNO E MICRO ORTAGGI.





Oggi un piatto tipicamente fresco ed estivo, una rivisitazione personale dei classici involtini di bresaola. Ringrazio ancora una volta Pianta Natura per avermi omaggiata dei loro deliziosi Micro Ortaggi nel nuovo accattivante pack 100% biodegradabile e compostabile. Un piatto semplice, ma ben bilanciato nei sapori, che si gusta rigorosamente freddo di frigorifero.

INVOLTINI DI BRESAOLA AL SESAMO, CON MOUSSE DI TONNO E MICRO ORTAGGI.
Ingredienti per 6 involtini:
12 fette di bresaola
il succo e la scorza di mezzo lime
semi di sesamo q.b.
olio extravergirne di oliva
sale e pepe q.b.
160 g tonno ben sgocciolato
2 cucchiai di formaggio spalmabile
Micro Ortaggi Rucola Pianta Natura
Preparazione: per prima cosa preparare un' emulsione con il succo di mezzo lime, un paio di cucchiai di olio e un pizzico di sale e pepe. In un mixer mettere il tonno ben sgocciolato e il formaggio spalmabile, mixare fino a quando risulterà una mousse omogenea. Andare ora a formare gli involtini: sovrapporre due fette di bresaola, con un pennello alimentare ungere un lato con l' emulsione e cospargere con semi di sesamo. Capovolgere l' involtino, in modo che il lato di bresaola senza semi sia sopra. Mettere al centro la mousse e arrotolare le fette di bresaola. Terminare gli altri involtini, impiattare decorando la superficie con i Micro Ortaggi di rucola. Con l' aiuto di una grattugia a fori fini, grattuggiare sulla superficie la scorza del lime.




Conservare in frigorifero, fino al momento di servire. Buon appetito.
Sabina.

giovedì 15 giugno 2017

NUMBER ONE TUSCANY, PRODOTTI TIPICI TOSCANI.





La Toscana è una terra da me molto amata, non a caso è la mia meta preferita in fatto di vacanze e weekend rilassanti. La Toscana è una terra ricca di fascino e cultura, il suo paesaggio caratteristico, i suoi mille colori si fondono con la tradizione della cucina regionale ed il buo vino. I piatti tipici toscani fanno parte della cucina contadina, realizzati con ingredienti semplici e di facile reperibilità.

Per godere quindi di tutto il buon sapore della cucina toscana, composta da preparazioni semplici che seguono le antiche ricette della tradizione, di carni bianche e di selvaggina, di salumi e formaggi saporiti, possiamo affidarci a Number One Tuscany, un e-commerce che propone solo i migliori prodotti tipici della cucina toscana, realizzati da selezionate aziende che fanno della genuinità il loro punto di forza.

Prodotti dal sapore autentico di una volta, senza sofisticazioni, un mondo di aromi e profumi. Una selezione ampia di prodotti dove l' intera filiera produttiva è controllata a garanzia di un prodotto eccellente. Prodotti ideati da cuochi artigiani e agricoltori fortemente legati alla loro terra, attraverso la sapienza e la coscienza delle tradizioni.

La scelta di prodotti spazia dalle confetture alle marmellate, dai sughi all' olio extravergine IGP toscano. La selezione di sughi è vasta e racchiude in sè l' antica tradizione della caccia, ancora molto radicata in Toscana. Troviamo quindi il sugo di lepre, di cinghiale, di cervo, di capriolo, realizzati a mano con ingredienti selezionati, carni di primissima scelta e ricette della tradizione. Sughi dal sapore forte e deciso che riportano alla cucina contadina.




In primis ho voluto mettere alla prova il ragù di cervo, dal gusto deciso e forte. Il piatto mi ha riportato davvero alla mente i piatti di una volta, dal sapore semplice e genuino. Pur trattandosi di sughi pronti, non si sente quell' artificiosità tipica dei prodotti pronti da supermercato. Oltre ai sughi di selvaggina, troviamo anche sughi di basilico bio, funghi e salsiccia, all' arrabbiata solo per citarne alcuni e preparati per bruschetta e crostini toscani.




Una menzione speciale all' olio extravergine di oliva IGP toscano, composto solo da succo di oliva toscana, spremuto a freddo, con intatte quindi tutte le sue proprietà benefiche. 
Il Corsorzio garantisce ogni bottiglia e lattina con la sua firma, verificando tutta la filiera di produzione, rigorosamente realizzata in Toscana, dalla pianta al confezionamento.
Ricordiamoci dell' importanza di scegliere un ottimo olio extravergine di oliva per condire i nostri piatti.




E che dire della vasta, vastissima selezione di confetture extra? La frutta è selezionata, raccolta e sbucciata a mano, al giusto momento della maturazione e utilizzando solo frutta di stagione. Tutta la frutta, ad eccezione degli agrumi che arrivano dalla Sicilia, è a km 0, di stagione e coltivata senza
l' uso di sostanze chimiche e pesticidi, arrivando alla maturazione in modo naturale.Viene utilizzato uno zucchero naturale grezzo per una buona percentuale, ma la quantità di frutta utilizzata è comunque superiore alla media di altre confetture più conosciute.
I gusti proposti sono sorprendenti: pera e cacao, cedro, gusto strudel su cui sono molto, molto curiosa e non tarderò a provarlo, pera e vaniglia, fragole e menta e tante altre varianti tutte da scoprire.

Nelle prossime settimane e nei prossimi mesi ne vedremo delle belle in compagnia con Number One Tuscany. Like alla loro pagina facebook.
Sabina.





mercoledì 14 giugno 2017

GALLETTE BIO DI MAIS CON MOUSSE DI AVOCADO E TARTARE DI SALMONE.





Quando le temperature fuori sono eccessive, la voglia di mettersi ai fornelli cala anche in una food lover come me! Ecco che in mio aiuto arriva un pacchetto di Gallette Bio di Mais Il Buon Riso, solo mais italiano proveniente da agricoltura biologica, a basso contenuto di grassi e senza glutine. Il gusto topico di polenta è perfetto per creare stuzzicanti tartine di grande effetto. Ad esempio con il pesto, i formaggi, i salumi (in particolare il lardo) le salsine da bruschetta, o semplicemente spalmate con uno strato di buon ragù. Oggi vi propongo la mia versione fresca, fresca, utilizzata senza l' ausilio di fornelli e forno.

GALLETTE BIO DI MAIS CON MOUSSE DI AVOCADO E TARTARE DI SALMONE
Ingredienti per 6 gallette:
1 avocado
1 limone e mezzo
sale e pepe q.b.
6 gallette bio di mais Il Buon Riso
250 g filetto di salmone
olio extravergine di oliva
foglioline di timo
Preparazione: tagliare a metà l' avocado, poi aiutandosi con le mani ruotare le due parti fino a quando si separeranno. Eliminare il nocciolo. Con l' aiuto di un cucchiaino, prelevare la polpa dell' avocado e metterla nel mixer, unire un cucchiaio di olio, il succo di un limone con la scorza grattugiata, un pizzico di pepe. Frullare fino ad ottenere una bella mousse. Trasferire la mousse di avocado in frigo, chiusa da un foglio di pellicola. Ora togliere la pelle dal salmone, aiutandosi con un coltellino affilato. Tagliare il filetto a piccoli cubetti, trasferirli in una ciotola e unire il succo di mezzo limone, sale e pepe a piacere e un filo di olio. Lasciare a marinare in frigo un paio di ore. Trascorso il tempo necessario, togliere dal frigo sia la mousse di avocado, che la tartare di salmone. Prendere le gallette di mais, su ognuna mettere uno strato di mousse di avocado, della tartare di salmone e decorare con un pezzetto di limone tagliato sottile e delle foglioline di timo. Un' ulteriore macinata di pepe se gradita ed il piatto è pronto.




Ringrazio Il Buon Riso per gli ottimi prodotti. Ho scoperto che il nocciolo di avocado, se interrato lasciando fuori la punta, dopo circa qualche settimana dovrebbe iniziare a germogliare, dando vita ad una bella piantina verde. Io ci provo!
Sabina.

martedì 13 giugno 2017

SOFFICINI DI CARNE MACINATA CON PROVOLA E SPECK AL FORNO.





Oggi il mio macellaio di fiducia mi ha consigliato della bella carne macinata e così, al posto delle seppur gustose e sempre gradite polpette, ho ideato questi fagottini che ricordano molto i classici sofficini. Si tratta infatti di mezze lune di carne macinata ripiene, poi passate nel pangrattato e cotte in forno per limitare i grassi. Una vera goduria che in casa mia hanno spazzolato in pochi minuti e richiesti a gran voce e variando sul ripieno. Partner in cucina Aquasalis, l' innovativa soluzione salina spray con il 75% in meno di sodio.

SOFFICINI DI CARNE MACINATA CON PROVOLA E SPECK AL FORNO
Ingredienti per 5 sofficini:
400 g carne macinata
1 uovo
5 fette di provola tagliate non troppo sottili
5 fette di speck
pepe a piacere
Aquasalis q.b.
pangrattato q.b.
olio extravergine di oliva
Preparazione: in una terrina amalgamare l' uovo con la carne macinata, una spolverata di pepe e pangrattato quanto basta ad ottenere un composto non troppo molle. Conservare in frigo almeno una mezzoretta. Riprendere ora la carne, su carta forno dividere il composto in cinque parti e stendere la carne con forma rotonda. Unire una fetta di carne e lo speck e richiudere a mezzaluna.




Pressare bene i bordi, cospargere con abbondante pangrattato e fissare con degli stuzzicadenti. Mettere su una teglia rivestita con carta forno, irrorare con un filo di olio e cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa 20 minuti. Sfornare e salare con Aquasalis. Accompagnare con insalata.




Buon appetito, alla prossima ricetta. Sabina.