domenica 25 gennaio 2015

CACCAVELLA AL PROFUMO DI MARE






Quando sono venuta a conoscenza del contest " La vita e' bella! " ( se cucini la caccavella ) indetto da Celiaca per Amore, non ho potuto fare a meno di chiedermi cosa fosse questa caccavella... Ho cosi scoperto che la caccavella, e' un formato di pasta incredibilmente gigante, ideato per essere riempito con quello che piu' ci piace e prodotto da La Fabbrica della Pasta Senza Glutine. Caccavella, in napoletano significa pentola, infatti la nostra caccavella, si presta ad essere riempita proprio come se fosse una piccola  pentola.

Cosa mi ha spinto a partecipare a questo contest? Innanzittutto la voglia di mettermi in gioco, in secondo luogo per fare un regalo a tutti i miei lettori che sono intolleranti al glutine, ideando una ricetta totalmente gluten free. Siete pronti a seguirmi in questa rivisitazione di un piatto classico della cucina mediterranea? Con questa ricetta partecipo quindi al Contest " La vita e' bella! "




CACCAVELLA AL PROFUMO DI MARE

Ingredienti per 2 persone:
2 caccavelle La Fabbrica della Pasta Senza Glutine
200 g di melanzane
200 g di pesce spada
300 g di pomodorini Datterino
3 spicchi di aglio
mezzo bicchiere di vino bianco
sale q.b.
basilico
olio extravergine di oliva
olio di semi di girasole
Preparazione: lavare le melanzane, togliere la buccia, tagliarle a dadini, salarle e metterle a scolare in uno scolapasta per 20 minuti. Nel frattempo preparare un sughetto di pomodoro fresco: in una padella mettere un filo di olio evo, uno spicchietto di aglio, 200 g di pomodorini a pezzetti, sale e basilico spezzettato. Cuocere una decina di minuti, poi passare al mixer. Tenere da parte. Scolare le melanzane dalla loro acqua rilasciata, asciugarle bene con carta assorbente. In una padella antiaderente, fare rosolare uno spicchio di aglio con olio di semi , quando sara' imbiondito, eliminarlo e friggere le melanzane. Scolarle e metterle su carta assorbente a perdere l' olio in eccesso. Tagliare il pesce spada a cubetti. In una padella scaldare l' olio evo con uno spicchio di aglio e rosolarlo. Aggiungere lo spada e farlo rosolare un paio di minuti. Sfumare con il vino, quando sara' evaporato, eliminare l' aglio e aggiungere i rimanenti pomodorini a pezzetti. Salare e cuocere qualche minuto. Nel frattempo avrete messo a sbollentare le caccavelle per 15 minuti, cosi come riportato sulla confezione. Passare al mixer oltre la meta' delle melanzane, conservando l' altra parte a tocchetti. Nella padella del pesce spada, aggiungere quindi la crema di melanzane, le melanzane a tocchetti ed amalgamare delicatamente. Scolare le caccavelle, metterle su un canovaccio pulito e riempirle con il sughetto. Prendere una teglia, mettere sul fondo un leggero strato del sugo di pomodori, aggiungere le caccavelle e condirle con un filo di olio. Passare in forno caldo a 180 gradi, per circa 15 minuti. Sfornare e decorare con basilico fresco.





Buon appetito con le caccavelle, che ben si prestano ad un sacco di ripieni differenti, ma che io ho pensato cosi, al profumo di mare e rese cremose dalla crema di melanzane fritte. Assolutamente da provare, ve lo assicuro!

42 commenti:

  1. Con questa ricetta ti sei superata ... grande Sabina!

    RispondiElimina
  2. Bravissima!! E sei stata anche la prima :)
    In bocca al lupo!!

    RispondiElimina
  3. Mi piace questa ricetta e poi ho conosciuto un nuovo formato di pasta .

    RispondiElimina
  4. Non conosco questo formato di pasta da me nn si vende però mi piacerebbe usarla perché no x preparare anche la tua ricetta davvero squisita complimenti in bocca al lupo per il tuo concorso.

    RispondiElimina
  5. Sicuramente sono deliziosi i caccavella al profumo di mare che hai preparato, in particolare, io adoro il pesce spada, complimenti ti copio la ricetta, grazie ed in bocca al lupo per il contest!

    RispondiElimina
  6. sei veramente brava già la foto è invitante poi io adoro il pesce spada...

    RispondiElimina
  7. ma sai che ha un aspetto delizioso? vorrei proprio assaggiare il tuo piatto :)

    RispondiElimina
  8. che bontà questa caccavella al profumo di mare, mi è venuta fame solo a guardare la foto, complimentiperchè sei davvero molto brava

    RispondiElimina
  9. Un'altra tua bellissima ricetta. Salvo ovviamente ! Complimenti

    RispondiElimina
  10. Curiosa questa ricetta! Nemmeno io sapevo dell'esistenza di un tipo di pasta che si chiamasse "La caccavella". Davvero buona come l'hai cucinata tu :P

    RispondiElimina
  11. Anche oggi cara saby ti sei superata!! diventi sempre piu' brava e i tuoi piatti meritano davvero tantissimo!!
    Questo formata di pasta è davvero molto particolare e tu hai saputo valorizzarlo al meglio con questo condimento !!
    Mi hai fatto venire davvero fame e mi paicerebbe assaggiarlo!!
    Bellissima anche la presentazione..da vera Chef!!
    un grande in bocca al lupo per il contest!!!

    RispondiElimina
  12. Ciao, realizzi sempre delle ricette da veri gourmet, scenicamente è una meraviglia e sicuramente sarà una vera delizia da solleticare tantissimi palati, brava la mia Sabina, complimenti!

    RispondiElimina
  13. Stupenda questa ricetta! da provare assolutamente, va molto bene come piatto unico secondo me, poi l'abbinamento di sapori mediterranei è tra quelli vincenti! in bocca a l lupo per il concorso!

    RispondiElimina
  14. Che delizia mamma mia! Si vede che ho ripreso la dieta, il mio stomaco ha iniziato a brontolare non appena si è aperta la pagina, ma devo resistere... altrimenti come si fa con la prova costume? A parte la presentazione fantastica delle tue ricette, che meriterebbe un calendario, i tuoi abbinamenti sono così semplici e gustosi che mi viene voglia di provarli anche se sono una pigrona e io e i fornelli siamo agli antipodi :) grazie di aver condiviso questa ricetta con noi!

    RispondiElimina
  15. Bravissima!!! Sarà squisito...io non ne sarei in grado!!!!

    RispondiElimina
  16. ultimamente sono diventata ladra di ricette, ahahaha, ma come si fa a non rubare una delizia simile, non abito a napoli ma sono campana <3

    RispondiElimina
  17. davvero una ricetta fantastica!!!! l'avevo vista sulla tua pagina facebook e sono corsa a leggere i passaggi per realizzarla! complimenti !

    RispondiElimina
  18. Sono di Napoli e so cosa è la caccavella cmq questa ricetta è davvero deliziosa da provare assolutamente

    RispondiElimina
  19. Bellissima questa ricetta..dev'essere proprio buona..mi hai fatto venir fame :) complimenti

    RispondiElimina
  20. la presentazione del piatto è stupenda, quasi da aver dispiacere a mangiarlo per non rovinarla!

    RispondiElimina
  21. complimenti per la presentazione di questa meravigliosa pasta!!!!!! Non conoscevo le caccavelle.....un formato davvero particolare....condite in maniera egregia!!!

    RispondiElimina
  22. Nemmeno io conoscevo il termine Caccavella e adesso, grazie a te ed al contest ho scoperto un formato di pasta davvero eccezionale, da riempire come più ci aggrada. Sapere poi che è anche gluten free mi facilita le cose quando invito una mia amica intollerante al glutine. Grazie per questa informazione

    RispondiElimina
  23. Questa ricettina è davvero fantastica! Da provare assolutamente!!!!

    RispondiElimina
  24. Mi piacerebbe assaggiarlo ....è molto invitante :)

    RispondiElimina
  25. Grande Sabri!!! una ricetta davvero top!!!

    RispondiElimina
  26. è la prima volta che vedo e che sento la parola caccavella!!! tu sei bravissima a cucinare complimenti

    RispondiElimina
  27. A parte che questa ricetta è davvero fantastica, ma la cosa che attira maggiormente la mia attenzione è il colore e la consistenza di questa pasta, mia mamma è celiaca e di pasta per lei ne abbiamo provata a bizzeffe ma nessuna tra tutte le paste da noi provate hanno consitenza collosa e colorito pallido tanto da far passare la fame, questa della fabbrica della pasta senza glutine da sul serio l'impressione che non si noti assolutamente la differenza tra pasta normale e senza glutine e questo è davvero importante per chi purtroppo ha dovuto modificare totalmente le proprie abitudini alimentari a causa di questa infima intolleranza, susuggerirò a mamma la fabbrica della pasta senza glutine..

    RispondiElimina
  28. presentazione fantastica...quindi immagino la bonta' :)

    RispondiElimina
  29. Saby innanzitutto questo è un piatto visual perchè l'impatto visivo è stupendo...ma lo gnam gnam del mio stomaco non lo puoi sentire...ma fa venire voglia di tuffarsi dentro!!!complimenti

    RispondiElimina
  30. Conosco La Fabbrica della pasta, fa tanti formati belli oltre che buonissimi, anche se ancora non ho provato la linea senza glutine.
    Le tue caccavelle sono semplicemente deliziose, io di solito le farcisco con carne e formaggi, l'idea del profumo di mare me gusta mucho!

    RispondiElimina
  31. Ma sai che una volta li ho assaggiati anche io? Sono belli da vedere perché fanno la loro figura... e poi... con qualsiasi sugo è una delizia *_* Bellissimo piatto!

    RispondiElimina
  32. Ottima presentazione di un piatto divertente e originale-
    in bocca al lupo per il contest.

    p.s. avevo già commentato me ne scuso in caso di ripetizione ma non vedo il mio precedente.

    RispondiElimina
  33. ormai sei una vera chef! :*

    RispondiElimina
  34. wow!! che bello e deve essere anche buono!!

    RispondiElimina
  35. Buona...ogni tuo piatto...é fatto con amore e passione!Complimenti!!!!

    RispondiElimina