venerdì 20 luglio 2018

BRUSCHETTE DI MELANZANA ALLA MEDITERRANEA CON COLATURA DI ALICI.





Ecco una proposta semplice per l' iniziativa lanciata da L' Isola d' Oro il Tonnotto "Mediterraneo, un antico mare da scoprire". L' idea è quella di ricreare ricette che si ispirino alle antiche civiltà del Mediterraneo, utilizzando il garum o la colatura di alici. Se vi siete persi la mia precedente ricetta dove ho messo alla prova il garum, la salsa degli antichi romani, vi invito a leggere qua.

Questa ricetta è perfetta per un pranzo estivo fresco, ma allo stesso tempo saporito. Si prepara con anticipo per permettere agli ingredienti di amalgamarsi bene tra loro nei sapori e si compone il piatto al momento di servire.

BRUSCHETTE DI MELANZANA ALLA MEDITERRANEA CON COLATURA DI ALICI
Ingredienti per 6 bruschette:
1 melanzana media
1 mozzarella
8 pomodori piccadilly
6 filetti di alici
1 cucchiaino di colatura di alici il Tonnotto
origano secco
sale e pepe q.b.
olio extravergine di oliva
qualche fogliolina di basilico
Preparazione: tagliare la melanzana a fette non troppo sottili. Salarle e metterle a colare in uno scolapasta per circa mezzora. Lavarle sotto l'acqua corrente, asciugarle e grigliarle su una piastra calda, pochi minuti per parte. Tagliare la mozzarella a dadini e metterla a scolare dal liquido di vegetazione. In una ciotola mettere la mozzarella, i pomodori tagliati in quattro spicchi, sale e pepe, la colatura di alici, una spolverata di origano e mescolare bene, lasciando insaporire per almeno un' oretta. Andare ora ad assemblare le bruschette. Suddividere gli ingredienti lasciati ad insaporire, su ogni fetta di melanzana grigliata, guarnire con un filetto di alice e le foglioline di basilico.




Buon appetito, Sabina.

mercoledì 18 luglio 2018

RISOTTO AL GORGONZOLA E RUCOLA.





Il risotto è servito. Super cremoso, realizzato con un ottimo carnaroli come quello torinese de Il Buon Riso, tanto gorgonzola ed un bel mazzetto di rucola. La semplicità in un piatto, ma che farà la gioia dei vostri commensali. E allora seguitemi nella ricetta.

RISOTTO AL GORGONZOLA E RUCOLA
Ingredienti per 2 persone:
4 pugni di riso carnaroli Il Buon Riso
100 g gorgonzola dolce
2 manciate rucola
mezza cipolla
olio extravergine di oliva
1 noce burro
mezzo bicchiere vino bianco
brodo vegetale q.b.
pepe rosa
Preparazione: tenere in caldo il brodo vegetale. In un tegame mettere la cipolla tritata con un giro di olio e fare rosolare dolcemente. Unire il riso e fare tostare un paio di minuti, sfumare quindi con il vino bianco e quando sarà evaporato, portare a cottura, allungando con il brodo caldo e aggiungendone un mestolo, man mano il precedente viene assorbito. A pochi minuti dalla cottura, unire il gorgonzola a tocchetti e la rucola tritata grossolanamente. Mescolare bene, spegnere e lontano dal fuoco mantecare con una noce di burro. Impiattare e dare una macinata di pepe, decorando con qualche fogliolina di rucola.

Faccio parte con orgoglio del team #lesignoredelbuonriso su instagram, andate a curiosare tutti i piatti proposti. Buon appetito, Sabina.

giovedì 12 luglio 2018

RIGATONI CON CREMA DI FAGIOLINI E MANDORLE, AL PROFUMO DI MENTA E BASILICO.





Lo so, lo sapete. Amo molto preparare in casa i pesti homemade, anche se una mia follower, Cristina, da buona genovese dice che, il vero pesto è solo quello fatto con il basilico, quando utilizziamo altri ingredienti che siano rucola, zucchine, melanzane ecc, dovremmo chiamarle creme, quindi anche se ho un' intera raccolta dedicata ai miei pesti fatti in casa, ho deciso di dedicare questa ricetta a lei e di sostituire la parola pesto, con crema.

Questa ricetta del pest... ehm, della crema di fagiolini, l' avevo già realizzata tempo addietro in una variante leggermente diversa, ho voluto fare qualche piccola modifica alla precedente ricetta, arricchendone il sapore con delle foglioline di basilico e menta, che le danno un gusto molto più aromatico. Scegliete sempre un buon olio extravergine di oliva per i vostri pesti o creme casalinghe, io mi sono affidata all' olio extravergine di oliva biologico di Olearia Clemente, mentre per le mandorle ho scelto quelle buonissime, sgusciate naturali di Frasada Food.

RIGATONI CON CREMA DI FAGIOLINI E MANDORLE, AL PROFUMO DI MENTA E BASILICO.
Ingredienti per 2 persone:
180 g rigatoni De Cecco
150 g fagiolini freschi
30 g mandorle sgusciate al naturale Frasada Food
1 spicchio di aglio
4 cucchiai di parmigiano reggiano
sale e pepe q.b.
10 foglie di basilico
10 foglie di menta
olio extravergine di oliva biologico Olearia Clemente
Preparazione: per prima cosa lavare e spuntare i fagiolini. Metterli a lessare in acqua bollente leggermente salata per 6/7 minuti, scolarli e passarli sotto un getto di acqua fredda per fissare il colore. Farli asciugare su un canovaccio pulito. In un mixer mettere i fagiolini con lo spicchio di aglio spellato, il parmigiano, le mandorle, il basilico e la menta, un paio di cucchiai di acqua di cottura dei fagiolini e un filo di olio. Azionare le lame a piccoli scatti, per non surriscaldare la crema. Salare e pepare a piacere, aggiustando con l' olio se occorre. Cuocere i rigatoni al dente in acqua bollente salata, scolarli e trasferirli in una ciotola con la crema, amalgamando bene e aggiungendo se occorre dell' acqua di cottura della pasta per ammorbidire. Impiattare decorando con foglioline di basilico.




Il pesto si conserva in frigo per 2/3 giorni ricoperto con un filo di olio e chiuso con pellicola alimentare. Potrete degustarlo su crostini di pane abrustolito. Buon appetito, Sabina.


mercoledì 11 luglio 2018

GOLD COLLAGEN PURE, COFANETTO BEAUTY IN A BOX.





Ho già avuto modo di parlarvi in passato di Gold Collagen  e del loro integratore liquido a base di collagene che combatte i segni dell' invecchiamento dall' interno e dall' esterno, in una sinergia perfetta.

Gold Collagen Pure è un integratore alimentare liquido di nuovissima generazione, conosciamo tutti
l' importanza del collagene che fornisce il sostegno strutturale della pelle e dei tessuti, ma con il passare degli anni il livello di collagene diminuisce, la sua struttura diventa fragile e la nostra pelle perde tono, elasticità, spessore e iniziano a comparire le rughe. Invecchiare è un processo fisiologico e naturale, che non deve spaventare, ma nulla ci vieta di cercare di invecchiare bene, adottando uno stile di vita sano e buone abitudini alimentari.
Sia chiaro, non vi sto parlando di un prodotto miracoloso, toglietevi dalla testa che le rughe, quando presenti, possano scomparire del tutto, ma potete migliorare sensibilmente la tonicità della vostra pelle e di conseguenza le rughe tenderanno ad assottigliarsi e a notarsi meno in quanto la vostra pelle sarà molto più liscia e luminosa.
Gold Collagen Pure è un integratore liquido da assumere preferibilmente la mattina appena svegli, contiene solo ingredienti di primissima scelta, tra cui il Collagene Idrolizzato, formato da piccoli peptidi che vengono facilmente digeriti e assorbiti, andando quindi ad attivare i fibroblasti e stimolando la produzione di nuovo collagene, acido ialuronico ed elastina. Il collagene liquido è 20 volte più efficace del collagene in pillole e polvere, oltre a mio parere essere molto più piacevole da ingerire, in quanto ha un dolcissimo sapore di pesca e frutto della passione.
Gold Collagen Pure è adatto per le linee sottili del viso, non ancora troppo marcate e assunto regolarmente aiuta a mantenere la pelle giovane e a rinforzare unghie e capelli. Dona anche idratazione extra alla pelle, ne hanno giovato anche le mie labbra, perennemente secche. Al suo interno troviamo 11 principi attivi: collagene idrolizzato, acido ialuronico, biotina, olio di borragine, bioperine, zinco, rame, vitamina B6, vitamina C, vitamina E e n-acetilglucosamina.




Lo speciale cofanetto Beauty in a Box, contiene quindi una confezione da 10 pezzi di Gold Collagen Pure, una Hydrogel Mask e un Lip Volumiser.




La Hydrogel Mask con tecnologia "Second Skin" è particolarmente adatta a pelli disidratate ed opache. Aiuta a mantenere l' idratazione ottimale della pelle, aumenta la luminosità, migliora la tonalità della pelle e la pigmentazione cutanea e allo stesso tempo riduce i segni dell' invecchiamento. Contiene 4 principi attivi: acido ialuronico, glicerina, complesso botanico ed estratto di perla.
Non avevo mai provato una maschera in idrogel e devo ammettere che l' ho trovata molto più confortevole delle classiche maschere in tessuto, aderisce benissimo alla pelle e la rinfresca all' istante.
La sua applicazione è semplice: si applica sul viso senza trucco e ben deterso, si rimuove la pellicola protettiva e si posiziona partendo dalla parte alta del viso. Si lascia agire per 30 minuti, durante i quali potete tranquillamente svolgere le vostre attività, in quanto la maschera non cola e non si sposta, ma non sarebbe male concedersi una mezzora di assoluto relax. In seguito si rimuove la maschera e si massaggia delicatamente per fare assorbire il prodotto in eccesso.
Il risultato è una pelle piacevolmente liscia, inizialmente si avverte un senso di calore, sinonimo che la maschera ha svolto il suo lavoro e riattivato il micro circolo, in seguito rimane una morbidezza ed una luminosità unica.




Per mantenere le labbra idratate e migliorarne il volume naturalmente, viene in nostro aiuto il Lip Volumiser anti-ageing, un trattamento davvero top per le labbra, che io personalmente sto amando molto.
Le nostre labbra hanno un' epidermine più sottile e nessuna ghiandola sebacea, questo significa che sono particolarmene delicate e sensibili alle aggressioni esterne e alla disidratazione, inoltre con il passare degli anni perdono di volume e compaiono segni sottili e rughe. Mantenerle idratate è fondamentale per chi, come me, soffre periodicamente di labbra secche e pellicine. Questo Lip Volumiser contiene peptidi di collagene, cera d' api, burro di karitè, olio di cocco, vitamina E e complesso di potenti oligopeptidi che vanno a stimolare la sintesi di collagene, aumentando il volume delle labbra.
Va utilizzato constantemente per tre volte al giorno, per almeno 30 giorni per avere i primi apprezzabili risultati. La speciale formula aiuta a combattere la disidratazione rendendo le labbra lisce e definite. La vitamina E invece, aiuta a tenere sotto controllo i radicali liberi. Il packaging di questo stick è davvero sofisticato nel suo color oro, la texture è morbidissima e scorrevole, dal profumo delicato e piacevolissimo: E' ottimo da utilizzare anche come primer labbra, soprattutto prima della stesura di tinte labbra che, si sa, tendono a seccare eccessivamente. Usato come primer labbra, aumenta la durata del rossetto.

Alla fine del trattamento, tireremo le considerazioni sul mio profilo instagram. Lo speciale cofanetto può essere acquistato sul sito o in una delle farmacie che hanno avuto concessione di vendita, lista consultabile qua. Sabina.

martedì 10 luglio 2018

RISOTTO CON ZUCCHINA, RICOTTA BIO E FIORI DI MENTA.





Con questa seconda ricetta partecipo al #FioriEStracchinoTomasoniContest, contest che mi ha molto entusiasmato perchè richiede l' utilizzo dei fiori edibili, ovvero fiori che si possono tranquillamente mangiare.

I fiori edibili sono molti, quello che ci tengo sempre a sottolineare, è che siano coltivati nel proprio giardino o terrazzo, totalmente sicuri in quanto non trattati chimicamente, allo stesso tempo non prelevate fiori dai campi per le vostre ricette, perchè certamente contaminati. Nei supermercati, inoltre, potete trovare delle pratiche vaschette miste di fiori edibili.

Sono un' amante dei risotti, questo risotto è cremosissimo grazie all' aggiunta a pochi minuti dalla cottura, della ricotta bio Caseificio Tomasoni, soffice e leggerissima. Il profumo viene dato dalle foglioline di menta e dai suoi fiori, dal sapore più delicato delle foglie.

RISOTTO CON ZUCCHINA, RICOTTA BIO E FIORI DI MENTA.
Ingredienti per 2 persone:
4 pugni di riso carnaroli
100 g ricotta bio Caseificio Tomasoni
1 zucchina media
4/5 foglie di menta
4 fiori di menta
olio extravergine di oliva
mezzo bicchiere di vino bianco
2 cucchiai di parmigiano reggiano
mezza cipolla
brodo vegetale q.b.
Preparazione: per prima cosa scaldare il brodo e tenerlo in caldo. Lavare, spuntare la zucchina e con una grattugia a fori grossi, grattugiarla. In una padella mettere un giro di olio e la cipolla tritata, lasciare rosolare dolcemente e unire il riso. Fare tostare un paio di minuti e sfumare con il vino. Quando il vino sarà completamente evaporato, non dovrà più sentirsi l' odore, bagnare con un mestolo di brodo caldo e aggiungere brodo, man, mano il precedente viene assorbito. A metà cottura unire le zucchine grattugiate e mescolare bene. Lavare e asciugare le foglie di menta, tagliarle a striscioline. A pochi minuti dalla cottura, unire la ricotta e la menta, amalgamando bene. Spegnere, allontanare dal fuoco, mantecare con il parmigiano e impiattare, decorando con i fiori di menta lavati e asciugati.




Buon appetito, Sabina.

BALSAMO CORPO CEDRO, TIAMA BIO.





Dopo la spettacolare linea all' Iris che ho adorato, ecco le nuove e fresche referenze al cedro pensate per l' estate di TiAma Bio, brand toscano che propone prodotti vegan e biologici, realizzati con il 99% di ingredienti di origine naturale. Prodotti certificati, ma dal prezzo davvero contenuto.

La nuova linea al cedro si compone di sei referenze per una idratazione energizzante: shampoo, balsamo, gel doccia, balsamo corpo, sapone liquido e crema mani. Il profumo al cedro è un must have dell' estate, regala subito una sensazione di freschezza e un pieno di energia. Ho voluto mettere alla prova il Balsamo Corpo al cedro, perchè avevo letto alcune recensioni positive ed io sono curiosa di natura.

Inoltre, cosa molto importante, il balsamo corpo permette di saltare quello step noioso della crema idratante post doccia che, diciamocelo, in estate non sempre riusciamo ad applicare. Io personalmente con il caldo ho molta difficoltà a mettere creme od oli sulla pelle del corpo, quindi questo balsamo corpo mi è sembrato subito un buon compromesso.

Nelle info leggiamo: balsamo corpo con estratto biologico di cedro, ricco di sali minerali per una pelle tonica e idratata. La pelle risulterà morbida, nutrita ma non unta. Arricchito con estratti biologici di calendula e camomilla dall' azione emolliente, lenitiva e privo di tensioattivi. Consigliato anche come prodotto unico da utilizzare in alternativa al gel doccia per pelli molto delicate e sensibili ai normali detergenti.

La mia esperienza personale: il prodotto è contenuto in un pratico tubetto con tappo a scatto e contiene 200 ml di balsamo, per un pao di 6 mesi ed un prezzo di € 5,99. Come si utilizza questo balsamo corpo? Ci si lava con il normale detergente, ci si risciacqua abbondantemente e si applica la quantità desiderata su pelle bagnata, massaggiando alcuni minuti. La texture del balsamo è setosa, lascia sulla pelle una patina morbida ed oleosa come se fosse un normale olio, la profumazione è piacevole ed agrumata, personalmente la trovo rilassante e una volta risciacquata, la pelle risulta incredibilmente idratata e liscia, non necessita di ulteriori trattamenti e non lascia residui di unto. Per via degli oli essenziali contenuti, regala una piacevole sensazione di benessere e una carica energizzante, oltre ad un senso di estrema freschezza. La resa è ovviamente minore di una classica crema corpo, nel senso che durerà certamente meno di una normale crema, ma per me è un prodotto davvero interessante e valido per questa stagione estiva.

Ho acquistato il balsamo corpo TiAma presso la Parafarmacia Bioprofumeria PianoBio di Somma Lombardo. Sabina.





lunedì 9 luglio 2018

MINI SBRICIOLATE AL PARMIGIANO E PAPRIKA CON MANDORLE.





Questa semplice e veloce ricetta, nasce grazie ad un gradito omaggio da parte dell' azienda siciliana Frasada Food che mi ha mandato un bel pacchetto di Mandorle sgusciate naturali.
Per chi non lo sapesse, le mandorle sono una fonte preziosa di benessere: ricche di grassi polinsaturi che contrastano il colesterolo cattivo, contengono molte fibre, vitamine e potassio e apportano benefici al cuore.

L' azienda Frasada Food è a conduzione famigliare e da tre generazioni produce, lavora e commercializza i prodotti tipici del territorio siciliano: frutta secca, agrumi e olio extravergine di oliva.

L’azienda è sita nel cuore della Sicilia, sotto l’egida del vulcano Etna, in una zona compresa fra la Piana di Catania e le pendici dei Monti Iblei, nel territorio compreso fra Palagonia e Mineo, con un’estensione di diversi ettari coltivati a olivi, agrumi e mandorli, oltre ad un cospicuo numero di fichi, carrubi, noci, lauri, e vari tipi di piante aromatiche spontanee.

Con le mandorle ho voluto realizzare una semplice ricetta salata, perfetta da presentare per un aperitivo tra amici, accompagnandola ad un fresco drink o prosecco e ad un tagliere di salumi.

MINI SBRICIOLATE AL PARMIGIANO E PAPRIKA CON MANDORLE
Ingredienti per 5/6 pezzi:
100 g farina 00
1 uovo
50 g parmigiano reggiano grattugiato
40 g burro freddo
sale q.b.
1 cucchiaio abbondante paprika
50 g mandorle sgusciate naturali Frasada Food
Preparazione: in un mixer mettere la farina con il burro freddo a tocchetti, il parmigiano, la paprika, una presa di sale e l' uovo sbattuto. Unire anche le mandorle lasciandone da parte qualcuna per la decorazione finale. Tritare velocemente fino a quando si sono formano delle grosse briciole. Prendere ora una teglia, rivestirla con carta forno e aiutandosi con un coppapasta, formare le mine sbriciolate. Cuocere in forno caldo a 180° per circa 20 minuti e comunque fino a doratura. Sfornare e decorare con le mandorle rimaste.




Come vedete, la ricetta è di semplice realizzazione, alla prossima. Sabina.

giovedì 5 luglio 2018

FRITTATINE CON CREMA DEL PIAVE E GERANI ROSA, AL PROFUMO DI FINOCCHIETTO SELVATICO.






Quando sono stata contattata per partecipare al #FioriEStracchinoTomasoniContest, non ci ho pensato due secondi ad aderire all' iniziativa, perchè in cucina ho una mente aperta, mi piace scoprire nuovi modi di cucinare con ingredienti magari inusuali.

La moda dei fiori edibili circola già da diverso tempo sui social e tra i migliori chef e food blogger, qualcuno ha detto che questa moda sta prendendo la mano di troppe persone, ma ricordiamoci che sono tantissimi i fiori edibili, al pari degli ortaggi, quindi non vedo cosa ci sia di strano ad utilizzare in cucina anche i fiori. Quello che è fondamentale, è che i fiori siano coltivati e raccolti dal proprio giardino o dal proprio terrazzo, quindi immuni da pesticidi e trattamenti chimici, non sognatevi nemmeno di raccogliere i fiori in normali campi, piuttosto comprate al supermercato le apposite vaschette di fiori edibili misti. Non costano nemmeno molto. Io fortunatamente ho la fortuna di avere un bel terrazzo con tante erbe aromatiche e fiori che ho scoperto essere tutti commestibili.

Il Caseificio Tomasoni è sito a Breda di Piave, in provincia di Treviso e dal 1955 produce formaggi freschi utilizzando solo latte 100% italiano di allevatori locali veneti, con un' intera filiera biologica che presta attenzione alla salute degli animali e non utilizza OGM nè sostanze chimiche di sintesi. Una scelta etica che vuole aiutare i piccoli produttori locali e che garantisce trasparenza e qualità. La scelta dei formaggi freschi è ampissima e ricopre tutti i gusti, io personalmente ho utilizzato oggi la Crema del Piave, uno dei primi prodotti della vecchia casara Tomasoni.
Fresco e dal gusto delicato, è uno stracchino dal sapore unico ed inconfondibile, un formaggio molle
apprezzato per la sua fresca e delicata bontà, dal sapore unico ed inconfondibile, un formaggio da tavola, a base di latte veneto, dall'incredibile cremosità che lo rende l'ingrediente perfetto per ogni ricetta, dall'antipasto allo snack.
Per quanto riguarda la mia scelta dei gerani rosa, è per il loro gusto delicato, dolce e leggermente fruttato.

FRITTATINE CON CREMA DEL PIAVE E GERANI ROSA, AL PROFUMO DI FINOCCHIETTO SELVATICO.
Ingredienti per 2 persone:
3 uova grosse
100 g Crema del Piave Caseificio Tomasoni 
1 manciata generosa di petali di gerani rosa
sale e pepe q.b.
2 cucchiai di latte
1 noce di burro
1 rametto di finocchietto selvatico
Preparazione: per prima cosa, lavare delicatamente i petali di gerani e asciugarli su un panno asciutto. In una ciotola sbattere le uova con sale e pepe a piacere, unite la Crema del Piave a tocchetti, il latte, il finocchietto selvatico ( solo le foglioline non il gambo centrale ) e metà petali di gerani. Mescolare delicatamente. In una padella antiaderente, sciogliere una noce di burro e unire il composto con le uova. Aggiungere in superficie i petali di gerani rimanenti. Mettere il coperchio e cuocere a fiamma dolce, girando la frittata solo quando la parte sotto è ben rappresa. Terminare la cottura. Togliere dalla padella, lasciare intiepidire e aiutandosi con un coppapasta quadrato, tagliare le frittatine, decorandole con petali e bocciolini di gerani.




Un risultato strepitoso, un' idea carina per sorprendere i vostri ospiti o da presentare durante un finger food. Alla mia prossima proposta per il contest. E voi cucinate con i fiori edibili?
Buon appetito, Sabina.

martedì 3 luglio 2018

SPAGHETTI CON VONGOLE, POMODORI SECCHI E BRICIOLE DI PANE TOSTATO AL GARUM.





Con questa ricetta partecipo all' iniziativa Mediterraneo, un antico mare da scoprire, lanciata ai food blogger da L' Isola d' Oro il Tonnotto. Non un contest banale, ma un modo per portare alla conoscenza gli alimenti delle antiche civiltà mediterranee, tra cui il Garum il condimento tipico dei romani prima che l' olio di oliva greco arrivasse sul nostro territorio e diventasse il re dei condimenti.

L' idea è quella di ricreare delle ricette ispirate al Mediterraneo, utilizzando negli ingredienti il Garum o la Colatura di Alici. Ho pensato e ripensato a quale ricetta realizzare, l' alimentazione degli antichi popoli mediterranei si basava principalmente su zuppe di cereali e di pane, olio di oliva, verdure, vino, formaggi di capra e pecora e nei paesini sul mare o sul fiume si aggiungevano i pesci ed i crostacei. La carne e la selvaggina invece, veniva servita principalmente nelle festività o nei banchetti e tra i condimenti utilizzati troviamo erbe, spezie, aceto, miele e appunto il Garum, una salsa liquida di interiora di pesce e pesce salato che gli antichi Romani aggiungevano per condire i loro piatti, lo mettevano ovunque, anche sulla frutta. Il Garum autentico ha una composizione di erbe e pesce azzurro che il Tonnotto ha riprodotto alla perfezione.

Ho pensato quindi ad un piatto di semplice realizzazione, un perfetto connubio tra tradizione antica e alimentazione dei giorni nostri, un piatto saporito e appagante.

SPAGHETTI CON VONGOLE, POMODORI SECCHI E BRICIOLE DI PANE TOSTATO AL GARUM.
Ingredienti per 2 persone:
180 g spaghetti
100 g vongolotte Tonnotto
3/4 pomodori secchi
1 spicchio di aglio
2 fette di pane
1 cucchiaino di garum Tonnotto
origano secco q.b.
olio extravergine di oliva
Preparazione: mettere a bollire l' acqua per la pasta che NON saleremo, dal momento che il condimento è già saporito. Su una piastra calda, rosolare il pane pochi minuti, quindi ridurlo a piccole briciole, metterle in una ciotola, unire il Garum, un filo di olio e amalgamare bene. Lasciare insaporire una mezzoretta. In una padella mettere un giro di olio e rosolare dolcemente l' aglio che, una volta dorato, andremo ad eliminare. Aggiungere ora le vongole ben sgocciolate e asciugate su un panno asciutto, i pomodori secchi tritati grossolanamente e lasciare insaporire qualche minuto. Spegnere. Cuocere gli spaghetti al dente, scolarli e aggiungerli al condimento, amalgamando bene e facendo saltare a fiamma vivace un paio di minuti per legare i sapori. Spegnere e cospargere di origano a piacere. Unire ora le briciole di pane tostato al Garum e mescolare, impiattare e servire.




L' equilibrio di sapori è perfetto, il Garum de L' Isola d' Oro il Tonnotto ha un sapore intenso ma non eccessivo, si mescola perfettamente agli ingredienti esaltandone la sapidità.
Per visionare tutte le ricette realizzate per il contest Mediterraneo, un antico mare da scoprire, seguite sui social gli hashtag #lisoladoro #mediterraneo #tonnotto #garum
Alla prossima ricetta, Sabina.


lunedì 2 luglio 2018

PANINO CON BURGER DI MELANZANA VIOLETTA





Oggi mi è presa quella voglia matta di fast food... ho pensato subito di realizzare un bel panino con hamburger fatto in casa, ma poi avevo una grossa melanzana violetta che mi occhieggiava maliziosa in dispensa e mi sono detta, perchè no?

Nasce così questo panino, che vi assicuro mi ha soddisfatta davvero molto e che ho trovato altamente nutriente. Per il pane potete scegliere in base alla vostre preferenze, classico, integrale, con i semini, mentre per la melanzana vi consiglio la varietà violetta, dalla polpa compatta, con pochi semi e di gusto delicato. Inoltre cosa non trascurabile, la polpa una volta tagliata non tende ad annerire e nel gusto non troviamo quella nota amarognola tipica delle altre melanzane.

PANINO CON BURGER DI MELANZANA VIOLETTA
Ingredienti per 2 persone:
2 panini tondi a piacere
1 grossa melanzana violetta
3 cucchiai di parmigiano reggiano
1 uovo piccolo
olio extravergine di oliva
qualche foglia di basilico
sale e pepe q.b.
2 pomodori perini abbastanza maturi
una manciata di insalata
pangrattato q.b.
Preparazione: per prima cosa, lavare la melanzana, asciugarla e tagliarla a dadini. Mettere i dadini di melanzana in una padella antiaderente calda e lasciare rosolare un paio di minuti, in seguito aggiungere un filo di olio e una presa di sale, mescolando. Portare a cottura, spegnere e lasciare raffreddare. Quando le melanzane sono fredde, metterle in un mixer con le foglie di basilico spezzettate, il parmigiano e un pizzico di sale e pepe. Mixare e in seguito trasferire in una ciotola, aggiungere l' uovo sbattuto e amalgamare aggiungendo pangrattato quanto basta ad ottenere un composto abbastanza sodo e lavorabile. Formare ora i due burger di melanzana, aiutandosi con un coppapasta o con l' apposito attrezzo per gli hamburger. Tagliare nel frattempo i pomodori a fette e lavare ed asciugare le foglioline di insalata. Scaldare una padella antiaderente e mettere i burger a rosolare qualche minuto, in seguito spennellarli con un filo di olio e portarli a cottura, ci vorranno davvero pochi minuti. Scaldare su una piasta i panini tagliati a metà, coprire il fondo con l' insalata, unire il burger e completare con i pomodori, una presa di sale e una macinata di pepe, chiudere quindi il panino.




Ho accompagnato il panino con Heineken 0.0 Zero alcol, dal gusto unico e con sole 69 calorie. Una birra dal gusto incredibile e che potete gustare anche a pranzo e anche se in seguito dovete guidare, in quanto senza gradazione alcolica. Dalle fresche note fruttate e dal corpo morbido e maltato, si è rivelata una vera sorpresa. Scoperta grazie alla Degustabox di giugno.
Sabina.