venerdì 20 luglio 2018

BRUSCHETTE DI MELANZANA ALLA MEDITERRANEA CON COLATURA DI ALICI.





Ecco una proposta semplice per l' iniziativa lanciata da L' Isola d' Oro il Tonnotto "Mediterraneo, un antico mare da scoprire". L' idea è quella di ricreare ricette che si ispirino alle antiche civiltà del Mediterraneo, utilizzando il garum o la colatura di alici. Se vi siete persi la mia precedente ricetta dove ho messo alla prova il garum, la salsa degli antichi romani, vi invito a leggere qua.

Questa ricetta è perfetta per un pranzo estivo fresco, ma allo stesso tempo saporito. Si prepara con anticipo per permettere agli ingredienti di amalgamarsi bene tra loro nei sapori e si compone il piatto al momento di servire.

BRUSCHETTE DI MELANZANA ALLA MEDITERRANEA CON COLATURA DI ALICI
Ingredienti per 6 bruschette:
1 melanzana media
1 mozzarella
8 pomodori piccadilly
6 filetti di alici
1 cucchiaino di colatura di alici il Tonnotto
origano secco
sale e pepe q.b.
olio extravergine di oliva
qualche fogliolina di basilico
Preparazione: tagliare la melanzana a fette non troppo sottili. Salarle e metterle a colare in uno scolapasta per circa mezzora. Lavarle sotto l'acqua corrente, asciugarle e grigliarle su una piastra calda, pochi minuti per parte. Tagliare la mozzarella a dadini e metterla a scolare dal liquido di vegetazione. In una ciotola mettere la mozzarella, i pomodori tagliati in quattro spicchi, sale e pepe, la colatura di alici, una spolverata di origano e mescolare bene, lasciando insaporire per almeno un' oretta. Andare ora ad assemblare le bruschette. Suddividere gli ingredienti lasciati ad insaporire, su ogni fetta di melanzana grigliata, guarnire con un filetto di alice e le foglioline di basilico.




Buon appetito, Sabina.

mercoledì 18 luglio 2018

RISOTTO AL GORGONZOLA E RUCOLA.





Il risotto è servito. Super cremoso, realizzato con un ottimo carnaroli come quello torinese de Il Buon Riso, tanto gorgonzola ed un bel mazzetto di rucola. La semplicità in un piatto, ma che farà la gioia dei vostri commensali. E allora seguitemi nella ricetta.

RISOTTO AL GORGONZOLA E RUCOLA
Ingredienti per 2 persone:
4 pugni di riso carnaroli Il Buon Riso
100 g gorgonzola dolce
2 manciate rucola
mezza cipolla
olio extravergine di oliva
1 noce burro
mezzo bicchiere vino bianco
brodo vegetale q.b.
pepe rosa
Preparazione: tenere in caldo il brodo vegetale. In un tegame mettere la cipolla tritata con un giro di olio e fare rosolare dolcemente. Unire il riso e fare tostare un paio di minuti, sfumare quindi con il vino bianco e quando sarà evaporato, portare a cottura, allungando con il brodo caldo e aggiungendone un mestolo, man mano il precedente viene assorbito. A pochi minuti dalla cottura, unire il gorgonzola a tocchetti e la rucola tritata grossolanamente. Mescolare bene, spegnere e lontano dal fuoco mantecare con una noce di burro. Impiattare e dare una macinata di pepe, decorando con qualche fogliolina di rucola.

Faccio parte con orgoglio del team #lesignoredelbuonriso su instagram, andate a curiosare tutti i piatti proposti. Buon appetito, Sabina.

giovedì 12 luglio 2018

RIGATONI CON CREMA DI FAGIOLINI E MANDORLE, AL PROFUMO DI MENTA E BASILICO.





Lo so, lo sapete. Amo molto preparare in casa i pesti homemade, anche se una mia follower, Cristina, da buona genovese dice che, il vero pesto è solo quello fatto con il basilico, quando utilizziamo altri ingredienti che siano rucola, zucchine, melanzane ecc, dovremmo chiamarle creme, quindi anche se ho un' intera raccolta dedicata ai miei pesti fatti in casa, ho deciso di dedicare questa ricetta a lei e di sostituire la parola pesto, con crema.

Questa ricetta del pest... ehm, della crema di fagiolini, l' avevo già realizzata tempo addietro in una variante leggermente diversa, ho voluto fare qualche piccola modifica alla precedente ricetta, arricchendone il sapore con delle foglioline di basilico e menta, che le danno un gusto molto più aromatico. Scegliete sempre un buon olio extravergine di oliva per i vostri pesti o creme casalinghe, io mi sono affidata all' olio extravergine di oliva biologico di Olearia Clemente, mentre per le mandorle ho scelto quelle buonissime, sgusciate naturali di Frasada Food.

RIGATONI CON CREMA DI FAGIOLINI E MANDORLE, AL PROFUMO DI MENTA E BASILICO.
Ingredienti per 2 persone:
180 g rigatoni De Cecco
150 g fagiolini freschi
30 g mandorle sgusciate al naturale Frasada Food
1 spicchio di aglio
4 cucchiai di parmigiano reggiano
sale e pepe q.b.
10 foglie di basilico
10 foglie di menta
olio extravergine di oliva biologico Olearia Clemente
Preparazione: per prima cosa lavare e spuntare i fagiolini. Metterli a lessare in acqua bollente leggermente salata per 6/7 minuti, scolarli e passarli sotto un getto di acqua fredda per fissare il colore. Farli asciugare su un canovaccio pulito. In un mixer mettere i fagiolini con lo spicchio di aglio spellato, il parmigiano, le mandorle, il basilico e la menta, un paio di cucchiai di acqua di cottura dei fagiolini e un filo di olio. Azionare le lame a piccoli scatti, per non surriscaldare la crema. Salare e pepare a piacere, aggiustando con l' olio se occorre. Cuocere i rigatoni al dente in acqua bollente salata, scolarli e trasferirli in una ciotola con la crema, amalgamando bene e aggiungendo se occorre dell' acqua di cottura della pasta per ammorbidire. Impiattare decorando con foglioline di basilico.




Il pesto si conserva in frigo per 2/3 giorni ricoperto con un filo di olio e chiuso con pellicola alimentare. Potrete degustarlo su crostini di pane abrustolito. Buon appetito, Sabina.


mercoledì 11 luglio 2018

GOLD COLLAGEN PURE, COFANETTO BEAUTY IN A BOX.





Ho già avuto modo di parlarvi in passato di Gold Collagen  e del loro integratore liquido a base di collagene che combatte i segni dell' invecchiamento dall' interno e dall' esterno, in una sinergia perfetta.

Gold Collagen Pure è un integratore alimentare liquido di nuovissima generazione, conosciamo tutti
l' importanza del collagene che fornisce il sostegno strutturale della pelle e dei tessuti, ma con il passare degli anni il livello di collagene diminuisce, la sua struttura diventa fragile e la nostra pelle perde tono, elasticità, spessore e iniziano a comparire le rughe. Invecchiare è un processo fisiologico e naturale, che non deve spaventare, ma nulla ci vieta di cercare di invecchiare bene, adottando uno stile di vita sano e buone abitudini alimentari.
Sia chiaro, non vi sto parlando di un prodotto miracoloso, toglietevi dalla testa che le rughe, quando presenti, possano scomparire del tutto, ma potete migliorare sensibilmente la tonicità della vostra pelle e di conseguenza le rughe tenderanno ad assottigliarsi e a notarsi meno in quanto la vostra pelle sarà molto più liscia e luminosa.
Gold Collagen Pure è un integratore liquido da assumere preferibilmente la mattina appena svegli, contiene solo ingredienti di primissima scelta, tra cui il Collagene Idrolizzato, formato da piccoli peptidi che vengono facilmente digeriti e assorbiti, andando quindi ad attivare i fibroblasti e stimolando la produzione di nuovo collagene, acido ialuronico ed elastina. Il collagene liquido è 20 volte più efficace del collagene in pillole e polvere, oltre a mio parere essere molto più piacevole da ingerire, in quanto ha un dolcissimo sapore di pesca e frutto della passione.
Gold Collagen Pure è adatto per le linee sottili del viso, non ancora troppo marcate e assunto regolarmente aiuta a mantenere la pelle giovane e a rinforzare unghie e capelli. Dona anche idratazione extra alla pelle, ne hanno giovato anche le mie labbra, perennemente secche. Al suo interno troviamo 11 principi attivi: collagene idrolizzato, acido ialuronico, biotina, olio di borragine, bioperine, zinco, rame, vitamina B6, vitamina C, vitamina E e n-acetilglucosamina.




Lo speciale cofanetto Beauty in a Box, contiene quindi una confezione da 10 pezzi di Gold Collagen Pure, una Hydrogel Mask e un Lip Volumiser.




La Hydrogel Mask con tecnologia "Second Skin" è particolarmente adatta a pelli disidratate ed opache. Aiuta a mantenere l' idratazione ottimale della pelle, aumenta la luminosità, migliora la tonalità della pelle e la pigmentazione cutanea e allo stesso tempo riduce i segni dell' invecchiamento. Contiene 4 principi attivi: acido ialuronico, glicerina, complesso botanico ed estratto di perla.
Non avevo mai provato una maschera in idrogel e devo ammettere che l' ho trovata molto più confortevole delle classiche maschere in tessuto, aderisce benissimo alla pelle e la rinfresca all' istante.
La sua applicazione è semplice: si applica sul viso senza trucco e ben deterso, si rimuove la pellicola protettiva e si posiziona partendo dalla parte alta del viso. Si lascia agire per 30 minuti, durante i quali potete tranquillamente svolgere le vostre attività, in quanto la maschera non cola e non si sposta, ma non sarebbe male concedersi una mezzora di assoluto relax. In seguito si rimuove la maschera e si massaggia delicatamente per fare assorbire il prodotto in eccesso.
Il risultato è una pelle piacevolmente liscia, inizialmente si avverte un senso di calore, sinonimo che la maschera ha svolto il suo lavoro e riattivato il micro circolo, in seguito rimane una morbidezza ed una luminosità unica.




Per mantenere le labbra idratate e migliorarne il volume naturalmente, viene in nostro aiuto il Lip Volumiser anti-ageing, un trattamento davvero top per le labbra, che io personalmente sto amando molto.
Le nostre labbra hanno un' epidermine più sottile e nessuna ghiandola sebacea, questo significa che sono particolarmene delicate e sensibili alle aggressioni esterne e alla disidratazione, inoltre con il passare degli anni perdono di volume e compaiono segni sottili e rughe. Mantenerle idratate è fondamentale per chi, come me, soffre periodicamente di labbra secche e pellicine. Questo Lip Volumiser contiene peptidi di collagene, cera d' api, burro di karitè, olio di cocco, vitamina E e complesso di potenti oligopeptidi che vanno a stimolare la sintesi di collagene, aumentando il volume delle labbra.
Va utilizzato constantemente per tre volte al giorno, per almeno 30 giorni per avere i primi apprezzabili risultati. La speciale formula aiuta a combattere la disidratazione rendendo le labbra lisce e definite. La vitamina E invece, aiuta a tenere sotto controllo i radicali liberi. Il packaging di questo stick è davvero sofisticato nel suo color oro, la texture è morbidissima e scorrevole, dal profumo delicato e piacevolissimo: E' ottimo da utilizzare anche come primer labbra, soprattutto prima della stesura di tinte labbra che, si sa, tendono a seccare eccessivamente. Usato come primer labbra, aumenta la durata del rossetto.

Alla fine del trattamento, tireremo le considerazioni sul mio profilo instagram. Lo speciale cofanetto può essere acquistato sul sito o in una delle farmacie che hanno avuto concessione di vendita, lista consultabile qua. Sabina.

martedì 10 luglio 2018

RISOTTO CON ZUCCHINA, RICOTTA BIO E FIORI DI MENTA.





Con questa seconda ricetta partecipo al #FioriEStracchinoTomasoniContest, contest che mi ha molto entusiasmato perchè richiede l' utilizzo dei fiori edibili, ovvero fiori che si possono tranquillamente mangiare.

I fiori edibili sono molti, quello che ci tengo sempre a sottolineare, è che siano coltivati nel proprio giardino o terrazzo, totalmente sicuri in quanto non trattati chimicamente, allo stesso tempo non prelevate fiori dai campi per le vostre ricette, perchè certamente contaminati. Nei supermercati, inoltre, potete trovare delle pratiche vaschette miste di fiori edibili.

Sono un' amante dei risotti, questo risotto è cremosissimo grazie all' aggiunta a pochi minuti dalla cottura, della ricotta bio Caseificio Tomasoni, soffice e leggerissima. Il profumo viene dato dalle foglioline di menta e dai suoi fiori, dal sapore più delicato delle foglie.

RISOTTO CON ZUCCHINA, RICOTTA BIO E FIORI DI MENTA.
Ingredienti per 2 persone:
4 pugni di riso carnaroli
100 g ricotta bio Caseificio Tomasoni
1 zucchina media
4/5 foglie di menta
4 fiori di menta
olio extravergine di oliva
mezzo bicchiere di vino bianco
2 cucchiai di parmigiano reggiano
mezza cipolla
brodo vegetale q.b.
Preparazione: per prima cosa scaldare il brodo e tenerlo in caldo. Lavare, spuntare la zucchina e con una grattugia a fori grossi, grattugiarla. In una padella mettere un giro di olio e la cipolla tritata, lasciare rosolare dolcemente e unire il riso. Fare tostare un paio di minuti e sfumare con il vino. Quando il vino sarà completamente evaporato, non dovrà più sentirsi l' odore, bagnare con un mestolo di brodo caldo e aggiungere brodo, man, mano il precedente viene assorbito. A metà cottura unire le zucchine grattugiate e mescolare bene. Lavare e asciugare le foglie di menta, tagliarle a striscioline. A pochi minuti dalla cottura, unire la ricotta e la menta, amalgamando bene. Spegnere, allontanare dal fuoco, mantecare con il parmigiano e impiattare, decorando con i fiori di menta lavati e asciugati.




Buon appetito, Sabina.

BALSAMO CORPO CEDRO, TIAMA BIO.





Dopo la spettacolare linea all' Iris che ho adorato, ecco le nuove e fresche referenze al cedro pensate per l' estate di TiAma Bio, brand toscano che propone prodotti vegan e biologici, realizzati con il 99% di ingredienti di origine naturale. Prodotti certificati, ma dal prezzo davvero contenuto.

La nuova linea al cedro si compone di sei referenze per una idratazione energizzante: shampoo, balsamo, gel doccia, balsamo corpo, sapone liquido e crema mani. Il profumo al cedro è un must have dell' estate, regala subito una sensazione di freschezza e un pieno di energia. Ho voluto mettere alla prova il Balsamo Corpo al cedro, perchè avevo letto alcune recensioni positive ed io sono curiosa di natura.

Inoltre, cosa molto importante, il balsamo corpo permette di saltare quello step noioso della crema idratante post doccia che, diciamocelo, in estate non sempre riusciamo ad applicare. Io personalmente con il caldo ho molta difficoltà a mettere creme od oli sulla pelle del corpo, quindi questo balsamo corpo mi è sembrato subito un buon compromesso.

Nelle info leggiamo: balsamo corpo con estratto biologico di cedro, ricco di sali minerali per una pelle tonica e idratata. La pelle risulterà morbida, nutrita ma non unta. Arricchito con estratti biologici di calendula e camomilla dall' azione emolliente, lenitiva e privo di tensioattivi. Consigliato anche come prodotto unico da utilizzare in alternativa al gel doccia per pelli molto delicate e sensibili ai normali detergenti.

La mia esperienza personale: il prodotto è contenuto in un pratico tubetto con tappo a scatto e contiene 200 ml di balsamo, per un pao di 6 mesi ed un prezzo di € 5,99. Come si utilizza questo balsamo corpo? Ci si lava con il normale detergente, ci si risciacqua abbondantemente e si applica la quantità desiderata su pelle bagnata, massaggiando alcuni minuti. La texture del balsamo è setosa, lascia sulla pelle una patina morbida ed oleosa come se fosse un normale olio, la profumazione è piacevole ed agrumata, personalmente la trovo rilassante e una volta risciacquata, la pelle risulta incredibilmente idratata e liscia, non necessita di ulteriori trattamenti e non lascia residui di unto. Per via degli oli essenziali contenuti, regala una piacevole sensazione di benessere e una carica energizzante, oltre ad un senso di estrema freschezza. La resa è ovviamente minore di una classica crema corpo, nel senso che durerà certamente meno di una normale crema, ma per me è un prodotto davvero interessante e valido per questa stagione estiva.

Ho acquistato il balsamo corpo TiAma presso la Parafarmacia Bioprofumeria PianoBio di Somma Lombardo. Sabina.





lunedì 9 luglio 2018

MINI SBRICIOLATE AL PARMIGIANO E PAPRIKA CON MANDORLE.





Questa semplice e veloce ricetta, nasce grazie ad un gradito omaggio da parte dell' azienda siciliana Frasada Food che mi ha mandato un bel pacchetto di Mandorle sgusciate naturali.
Per chi non lo sapesse, le mandorle sono una fonte preziosa di benessere: ricche di grassi polinsaturi che contrastano il colesterolo cattivo, contengono molte fibre, vitamine e potassio e apportano benefici al cuore.

L' azienda Frasada Food è a conduzione famigliare e da tre generazioni produce, lavora e commercializza i prodotti tipici del territorio siciliano: frutta secca, agrumi e olio extravergine di oliva.

L’azienda è sita nel cuore della Sicilia, sotto l’egida del vulcano Etna, in una zona compresa fra la Piana di Catania e le pendici dei Monti Iblei, nel territorio compreso fra Palagonia e Mineo, con un’estensione di diversi ettari coltivati a olivi, agrumi e mandorli, oltre ad un cospicuo numero di fichi, carrubi, noci, lauri, e vari tipi di piante aromatiche spontanee.

Con le mandorle ho voluto realizzare una semplice ricetta salata, perfetta da presentare per un aperitivo tra amici, accompagnandola ad un fresco drink o prosecco e ad un tagliere di salumi.

MINI SBRICIOLATE AL PARMIGIANO E PAPRIKA CON MANDORLE
Ingredienti per 5/6 pezzi:
100 g farina 00
1 uovo
50 g parmigiano reggiano grattugiato
40 g burro freddo
sale q.b.
1 cucchiaio abbondante paprika
50 g mandorle sgusciate naturali Frasada Food
Preparazione: in un mixer mettere la farina con il burro freddo a tocchetti, il parmigiano, la paprika, una presa di sale e l' uovo sbattuto. Unire anche le mandorle lasciandone da parte qualcuna per la decorazione finale. Tritare velocemente fino a quando si sono formano delle grosse briciole. Prendere ora una teglia, rivestirla con carta forno e aiutandosi con un coppapasta, formare le mine sbriciolate. Cuocere in forno caldo a 180° per circa 20 minuti e comunque fino a doratura. Sfornare e decorare con le mandorle rimaste.




Come vedete, la ricetta è di semplice realizzazione, alla prossima. Sabina.

giovedì 5 luglio 2018

FRITTATINE CON CREMA DEL PIAVE E GERANI ROSA, AL PROFUMO DI FINOCCHIETTO SELVATICO.






Quando sono stata contattata per partecipare al #FioriEStracchinoTomasoniContest, non ci ho pensato due secondi ad aderire all' iniziativa, perchè in cucina ho una mente aperta, mi piace scoprire nuovi modi di cucinare con ingredienti magari inusuali.

La moda dei fiori edibili circola già da diverso tempo sui social e tra i migliori chef e food blogger, qualcuno ha detto che questa moda sta prendendo la mano di troppe persone, ma ricordiamoci che sono tantissimi i fiori edibili, al pari degli ortaggi, quindi non vedo cosa ci sia di strano ad utilizzare in cucina anche i fiori. Quello che è fondamentale, è che i fiori siano coltivati e raccolti dal proprio giardino o dal proprio terrazzo, quindi immuni da pesticidi e trattamenti chimici, non sognatevi nemmeno di raccogliere i fiori in normali campi, piuttosto comprate al supermercato le apposite vaschette di fiori edibili misti. Non costano nemmeno molto. Io fortunatamente ho la fortuna di avere un bel terrazzo con tante erbe aromatiche e fiori che ho scoperto essere tutti commestibili.

Il Caseificio Tomasoni è sito a Breda di Piave, in provincia di Treviso e dal 1955 produce formaggi freschi utilizzando solo latte 100% italiano di allevatori locali veneti, con un' intera filiera biologica che presta attenzione alla salute degli animali e non utilizza OGM nè sostanze chimiche di sintesi. Una scelta etica che vuole aiutare i piccoli produttori locali e che garantisce trasparenza e qualità. La scelta dei formaggi freschi è ampissima e ricopre tutti i gusti, io personalmente ho utilizzato oggi la Crema del Piave, uno dei primi prodotti della vecchia casara Tomasoni.
Fresco e dal gusto delicato, è uno stracchino dal sapore unico ed inconfondibile, un formaggio molle
apprezzato per la sua fresca e delicata bontà, dal sapore unico ed inconfondibile, un formaggio da tavola, a base di latte veneto, dall'incredibile cremosità che lo rende l'ingrediente perfetto per ogni ricetta, dall'antipasto allo snack.
Per quanto riguarda la mia scelta dei gerani rosa, è per il loro gusto delicato, dolce e leggermente fruttato.

FRITTATINE CON CREMA DEL PIAVE E GERANI ROSA, AL PROFUMO DI FINOCCHIETTO SELVATICO.
Ingredienti per 2 persone:
3 uova grosse
100 g Crema del Piave Caseificio Tomasoni 
1 manciata generosa di petali di gerani rosa
sale e pepe q.b.
2 cucchiai di latte
1 noce di burro
1 rametto di finocchietto selvatico
Preparazione: per prima cosa, lavare delicatamente i petali di gerani e asciugarli su un panno asciutto. In una ciotola sbattere le uova con sale e pepe a piacere, unite la Crema del Piave a tocchetti, il latte, il finocchietto selvatico ( solo le foglioline non il gambo centrale ) e metà petali di gerani. Mescolare delicatamente. In una padella antiaderente, sciogliere una noce di burro e unire il composto con le uova. Aggiungere in superficie i petali di gerani rimanenti. Mettere il coperchio e cuocere a fiamma dolce, girando la frittata solo quando la parte sotto è ben rappresa. Terminare la cottura. Togliere dalla padella, lasciare intiepidire e aiutandosi con un coppapasta quadrato, tagliare le frittatine, decorandole con petali e bocciolini di gerani.




Un risultato strepitoso, un' idea carina per sorprendere i vostri ospiti o da presentare durante un finger food. Alla mia prossima proposta per il contest. E voi cucinate con i fiori edibili?
Buon appetito, Sabina.

martedì 3 luglio 2018

SPAGHETTI CON VONGOLE, POMODORI SECCHI E BRICIOLE DI PANE TOSTATO AL GARUM.





Con questa ricetta partecipo all' iniziativa Mediterraneo, un antico mare da scoprire, lanciata ai food blogger da L' Isola d' Oro il Tonnotto. Non un contest banale, ma un modo per portare alla conoscenza gli alimenti delle antiche civiltà mediterranee, tra cui il Garum il condimento tipico dei romani prima che l' olio di oliva greco arrivasse sul nostro territorio e diventasse il re dei condimenti.

L' idea è quella di ricreare delle ricette ispirate al Mediterraneo, utilizzando negli ingredienti il Garum o la Colatura di Alici. Ho pensato e ripensato a quale ricetta realizzare, l' alimentazione degli antichi popoli mediterranei si basava principalmente su zuppe di cereali e di pane, olio di oliva, verdure, vino, formaggi di capra e pecora e nei paesini sul mare o sul fiume si aggiungevano i pesci ed i crostacei. La carne e la selvaggina invece, veniva servita principalmente nelle festività o nei banchetti e tra i condimenti utilizzati troviamo erbe, spezie, aceto, miele e appunto il Garum, una salsa liquida di interiora di pesce e pesce salato che gli antichi Romani aggiungevano per condire i loro piatti, lo mettevano ovunque, anche sulla frutta. Il Garum autentico ha una composizione di erbe e pesce azzurro che il Tonnotto ha riprodotto alla perfezione.

Ho pensato quindi ad un piatto di semplice realizzazione, un perfetto connubio tra tradizione antica e alimentazione dei giorni nostri, un piatto saporito e appagante.

SPAGHETTI CON VONGOLE, POMODORI SECCHI E BRICIOLE DI PANE TOSTATO AL GARUM.
Ingredienti per 2 persone:
180 g spaghetti
100 g vongolotte Tonnotto
3/4 pomodori secchi
1 spicchio di aglio
2 fette di pane
1 cucchiaino di garum Tonnotto
origano secco q.b.
olio extravergine di oliva
Preparazione: mettere a bollire l' acqua per la pasta che NON saleremo, dal momento che il condimento è già saporito. Su una piastra calda, rosolare il pane pochi minuti, quindi ridurlo a piccole briciole, metterle in una ciotola, unire il Garum, un filo di olio e amalgamare bene. Lasciare insaporire una mezzoretta. In una padella mettere un giro di olio e rosolare dolcemente l' aglio che, una volta dorato, andremo ad eliminare. Aggiungere ora le vongole ben sgocciolate e asciugate su un panno asciutto, i pomodori secchi tritati grossolanamente e lasciare insaporire qualche minuto. Spegnere. Cuocere gli spaghetti al dente, scolarli e aggiungerli al condimento, amalgamando bene e facendo saltare a fiamma vivace un paio di minuti per legare i sapori. Spegnere e cospargere di origano a piacere. Unire ora le briciole di pane tostato al Garum e mescolare, impiattare e servire.




L' equilibrio di sapori è perfetto, il Garum de L' Isola d' Oro il Tonnotto ha un sapore intenso ma non eccessivo, si mescola perfettamente agli ingredienti esaltandone la sapidità.
Per visionare tutte le ricette realizzate per il contest Mediterraneo, un antico mare da scoprire, seguite sui social gli hashtag #lisoladoro #mediterraneo #tonnotto #garum
Alla prossima ricetta, Sabina.


lunedì 2 luglio 2018

PANINO CON BURGER DI MELANZANA VIOLETTA





Oggi mi è presa quella voglia matta di fast food... ho pensato subito di realizzare un bel panino con hamburger fatto in casa, ma poi avevo una grossa melanzana violetta che mi occhieggiava maliziosa in dispensa e mi sono detta, perchè no?

Nasce così questo panino, che vi assicuro mi ha soddisfatta davvero molto e che ho trovato altamente nutriente. Per il pane potete scegliere in base alla vostre preferenze, classico, integrale, con i semini, mentre per la melanzana vi consiglio la varietà violetta, dalla polpa compatta, con pochi semi e di gusto delicato. Inoltre cosa non trascurabile, la polpa una volta tagliata non tende ad annerire e nel gusto non troviamo quella nota amarognola tipica delle altre melanzane.

PANINO CON BURGER DI MELANZANA VIOLETTA
Ingredienti per 2 persone:
2 panini tondi a piacere
1 grossa melanzana violetta
3 cucchiai di parmigiano reggiano
1 uovo piccolo
olio extravergine di oliva
qualche foglia di basilico
sale e pepe q.b.
2 pomodori perini abbastanza maturi
una manciata di insalata
pangrattato q.b.
Preparazione: per prima cosa, lavare la melanzana, asciugarla e tagliarla a dadini. Mettere i dadini di melanzana in una padella antiaderente calda e lasciare rosolare un paio di minuti, in seguito aggiungere un filo di olio e una presa di sale, mescolando. Portare a cottura, spegnere e lasciare raffreddare. Quando le melanzane sono fredde, metterle in un mixer con le foglie di basilico spezzettate, il parmigiano e un pizzico di sale e pepe. Mixare e in seguito trasferire in una ciotola, aggiungere l' uovo sbattuto e amalgamare aggiungendo pangrattato quanto basta ad ottenere un composto abbastanza sodo e lavorabile. Formare ora i due burger di melanzana, aiutandosi con un coppapasta o con l' apposito attrezzo per gli hamburger. Tagliare nel frattempo i pomodori a fette e lavare ed asciugare le foglioline di insalata. Scaldare una padella antiaderente e mettere i burger a rosolare qualche minuto, in seguito spennellarli con un filo di olio e portarli a cottura, ci vorranno davvero pochi minuti. Scaldare su una piasta i panini tagliati a metà, coprire il fondo con l' insalata, unire il burger e completare con i pomodori, una presa di sale e una macinata di pepe, chiudere quindi il panino.




Ho accompagnato il panino con Heineken 0.0 Zero alcol, dal gusto unico e con sole 69 calorie. Una birra dal gusto incredibile e che potete gustare anche a pranzo e anche se in seguito dovete guidare, in quanto senza gradazione alcolica. Dalle fresche note fruttate e dal corpo morbido e maltato, si è rivelata una vera sorpresa. Scoperta grazie alla Degustabox di giugno.
Sabina.

giovedì 28 giugno 2018

RISO CON ZUCCHINE ALLO ZAFFERANO E FIORI DI ZUCCA IN PASTELLA LEGGERA.





Con questa ricetta do il mio contributor al Foto Contest a tema Ricette dal Mondo ideato dalla Degustabox.
Con l' aiuto di Riso Aroma Gallo, il primo riso di origine italiana profumato come il riso Basmati e le cui spighe nascono nella Pianura Padana, dai chicchi lunghi ed affusolati con un aroma di legno di sandalo, ho realizzato questa ricetta che unisce le tradizioni asiatiche nell' utilizzo delle spezie, nel mio caso zafferano, il cui utilizzo amo molto in cucina, ai fiori di zucca in pastella tipici della nostra tradizione contadina e che recentemente sono molto diffusi anche come street food.

RISO CON ZUCCHINE ALLO ZAFFERANO E FIORI DI ZUCCA IN PASTELLA LEGGERA
Ingredienti per 2 persone:
4 pugni generosi di Riso Aroma Gallo
1 grossa zucchina
6 fiori di zucca
2 bustine di zafferano + qualche pistillo
sale e pepe q.b.
olio extravergine di oliva
50 g farina 00
70 ml acqua
olio per friggere
Preparazione: lavare e spuntare la zucchina. Taglarla a dadini regolari. In una padella antiaderente, mettere un filo di olio e le zucchine, cuocere a fiamma moderata, bagnando con qualche cucchiaio di acqua calda se occorre. A pochi minuti dalla cottura, le zucchine non devono sfaldarsi ma rimanere sode, unire lo zafferano sciolto in un dito di acqua calda, una presa di sale e amalgamare bene. Spegnere e tenere da parte. Lessare il riso in acqua bollente salata, seguendo i tempi di cottura indicati sulla confezione. Scolare e mettere in una terrina, dove andrete ad aggiungere le zucchine allo zafferano, mescolando bene. Preparare la pastella leggere: in una ciotola mettere la farina setacciata, l' acqua, sale e pepe e mescolare con una frusta per evitare la formazione di grumi. Pulire i fiori di zucca, eliminando il pistillo e immergerli nella pastella, cuocerli quindi in abbondante olio caldo, fino a doratura. Andare ora a impiattare, aiutandosi con un coppapasta e decorando la sommità del riso con i fiori di zucca in pastella e qualche pistillo di zafferano.

Buon appetito, Sabina.


martedì 26 giugno 2018

ZUCCHINE FREDDE RIPIENE CON FILETTI DI SGOMBRO AL NATURALE, POMODORINI E FINTA MAIONESE.





Oggi ho preparato delle belle zucchine ripiene, velocissime da preparare perchè necessitano solo di qualche minuto di cottura in acqua bollente e da mangiare rigorosamente fredde. Nulla vi vieta di utilizzare la classica maionese per questa preparazione, ma io volevo qualcosa di più leggero e mi sono orientata su una finta maionese senza tuorli d' uovo.

ZUCCHINE FREDDE RIPIENE CON FILETTI DI SGOMBRO AL NATURALE, POMODORINI E FINTA MAIONESE.
Ingredienti per 2 persone:
2 zucchine grosse
150 g filetti di sgombro al naturale
8 pomodorini
sale q.b.
50 ml latte ( o latte di soia )
100 ml olio di semi di girasole
1 cucchiaio di aceto
olio extravergine di oliva q.b.
qualche fogliolina di basilico
Preparazione: per prima cosa lavare e spuntare le zucchine, tagliarle a metà per il senso della lunghezza e con un cucchiaio svuotarle delicatamente. Potete conservare la polpa per una frittatina leggera o per un risotto. Mettere a bollire l' acqua, quando bolle salarla e tuffare le zucchine, cuocendole fino a quando si ammorbidiscono. Devono essere morbide ma ancora sode. Metterle su un canovaccio ad asciugare, salare leggermente la parte scavata dalla polpa. Andare ora a lavare i pomodorini e tagliarli a metà, metterli in una ciotola, salarli appena e irrorarli con un filo di olio. Preparare ora la finta maionese. In un contenitore alto e stretto mettere il latte, l' olio e l' aceto e con un mixer ad immersione frullare fino a creare la maionese, ci vorranno davvero pochi attimi. Sgocciolare bene i filetti di sgombro, metterli in una ciotola e unire la finta maionese, amalgamando bene. Riempire ora le barchette di zucchina, completare con i pomodorini e qualche fogliolina di basilico. Servire ben fredde.




Buon appetito, Sabina.

lunedì 25 giugno 2018

IL MIO NUOVO BRACCIALE OKULARS





Quando si parla di Okulars si pensa subito alla sua collezione di occhiali da sole ed orologi in legno.
Okulars è un' azienda con sede in provincia di Torino, che da vent'anni si occupa delle lavorazioni in legno, ma che solo negli ultimi anni ha deciso di rinnovarsi creando un prodotto innovativo come
appunto l' occhiale da sole in legno.

Da un paio di anni Okulars ha aperto un negozio online per proporre le sue collezioni e raggiungere un maggior numero di utenti che, con un semplice click, possono ordinare un prodotto carino e soprattutto eco-friendly.

Ma quello che non tutti sanno è che Okulars ha lanciato una nuova collezione di bracciali in pelle, tanti modelli diversi per completare i nostri outfit. Trecce, fasce e bracciali decorati con àncore, fiori e rose in lega di zinco, con alcuni modelli prettamente femminili e altri unisex. Io ho scelto un modello unisex, nello specifico il Bracciale Ancora in Pelle Marrone con Bottoni.




Ho apprezzato il packaging accurato, la scatolina è in cartoncino leggero, legata con un sottile filo di spago e un talloncino che riporta la scritta Handmade with love, ovvero fatto a mano con amore. Al suo interno ho trovato il bracciale avvolto e protetto da un nido di rafia, tutto richiama la naturalità e la semplicità.

Il bracciale da me scelto è totalmente fedele alla foto riportata nel negozio online, il bracciale è in pelle marrone naturale con l' àncora in lega di zinco e doppio bottone a pressione che consente di adattarlo a varie misure di polso e che quindi si rivela perfetto sia per la donna, che per
l' uomo. L' ho tenuto al polso per un' intera giornata ed è stato come non averlo, molto confortevole e pratico. Seguite con fiducia le misure del polso indicate sul sito, sono molto precise.







Adoro il mio nuovo bracciale Okulars, l' odore della pelle mi piace moltissimo, la sua vestibilità è unica, è un bracciale che si adatta certamente a tanti stili diversi e poi mi piace scegliere accessori Made in Italy e sostenere la nostra artigianalità. Non c' è niente di più che bello, infatti, che poter scegliere accessori unici e non costruiti in serie, accessori che sottolineano il nostro stile e che si riconoscono a colpo d' occhio nella loro unicità.

Vi invito a fare un salto su www.okulars.com/pages/occhiali-da-sole-in-legno per visionare tutti gli articoli proposti da Okulars, mentre se volete vedere la collezione di bracciali vi invito a cliccare qua. Con piacere vi comunico che Okulars offre ai miei lettori un codice sconto del 15% sugli acquisti, vi basterà inserire in fase di acquisto il codice/coupon CATTIVIPENSIERI.
Ci tengo a sottolineare che non è uno sconto legato ad un' affiliazione e non guadagno dai vostri acquisti.
Sabina.

venerdì 22 giugno 2018

THE REAL BALM, STICK LABBRA VEGANO DI ANTOS COSMESI





Oggi parliamo di The Real Balm il tanto osannato balsamo labbra di Antos Cosmesi, che nel giro di poche settimane dall' uscita, aveva conquistato tante di voi.
Io sono arrivata ad acquistarlo con calma, dal momento che avevo altri prodotti da smaltire, ma posso dirvi con assoluta certezza che si tratta di una vera chicca, che rispecchia gli altissimi standard qualitativi di Antos e soprattutto la loro filosofia aziendale.

Parliamo di uno stick labbra vegano, quindi totalmente vegetale, la cui formulazione rispecchia quella dei rossetti idratanti Antos e dal sito leggiamo le seguenti caratteristiche:

Protegge le labbra estate e inverno da screpolature e le ripara, aumentando l’elasticità grazie alla presenza dei burri di mango e illipe, sapientemente miscelati all’olio di oliva.
Texture morbida e vellutata, ne basta un velo per proteggere le labbra, non lucida e dura a lungo.
Base make-up, pensato per favorire la stesura dei rossetti ed aumentarne la durata mantenendo le labbra morbide

THE REAL BALM - INCI - VEGETABLE (OLUS) OIL, CAPRYLIC CAPRIC TRIGLYCERIDE, ORYZA SATIVA BRAN WAX, HYDROGENATED RAPESEED OIL, SHOREA STENOPTERA SEED BUTTER, OLEA EUROPEA (OLIVE) FRUIT OIL, HYDROGENATED VEGETABLE OIL, MANGIFERA INDICA (MANGO) SEED OIL, SOYBEAN GLYCERIDES, AROMA (FLAVOR)




The Real Balm ha un packaging color verde che richiama la naturalità del prodotto, contiene 5,5 ml di prodotto, ha una profumazione meravigliosamente dolce di vaniglia, che io gradisco tanto, ma che per qualche naso particolarmente sensibile ai profumi, potrà apparire eccessiva.
Lo stick è morbido e scorre bene sulle labbra rilasciando il suo balsamo dalla texture cremosa, vellutata, corposa ma assolutamente opaca, cosa da me molto apprezzata, dal momento che non amo per nulla i burrocacao lucidi. E' un balsamo che si rivela perfetto anche per gli uomini, appunto perchè non ha un finish lucido.

Il balsamo è composto da un mix di olio di oliva, burro di mango e illipe, garantisce una protezione ottimale dalle screpolature, contrasta la formazione delle antiestetiche pellicine e risulta altamente nutriente. Cosa interessante, non lascia nemmeno quella brutta patina bianca agli angoli della bocca. Si rivela ottimo anche come primer per le labbra, per facilitare la stesura delle tinte labbra che, sappiamo bene, tendono a seccare le labbra. In questo caso, garantisce una stesura confortevole delle tinte labbra e un maggiore comfort.

Un prodotto economico, costa circa € 3,49 e che potete acquistare sul sito di Antos Cosmesi o in uno dei tanti rivenditori online. Personalmente l' ho acquistato nella Bioprofumeria PianoBio di Somma Lombardo, Varese.
Sabina.



giovedì 21 giugno 2018

CANTINE LEONARDO MANETTI, VINI TOSCANI.





Oggi nel blog parliamo di vino e lo facciamo con le referenze delle Cantine Leonardo Manetti, che nella zona del Chianti Classico produce con passione e amore due grandi vini rossi.
Ho un grande amore per la Toscana, credo che sia una delle regioni più belle d' Italia, dove la ricchezza del paesaggio si fonde con la ricchezza enogastronomica.

Il territorio del Chianti si trova tra le città di Firenze e di Siena e comprende tutte quelle terre che si trovano a cavallo tra le due province. Il terreno e il clima continentale danno vita a vini rossi di grande qualità e spessore.

Leonardo Manetti, chiamato anche il poeta vignaiolo per la sua passione per la poesia, ha inseguito il suo sogno di bambino che era quello di fare il contadino, lavorare e raccogliere i frutti della terra. Mentre sempre più giovani fuggivano in città in cerca di un lavoro solido, lui forte della passione e dell' esperienza agraria della sua famiglia, i nonni per tanti anni hanno avuto un' azienda agraria ed erano coltivatori diretti, nel 2009 ha dato vita alla sua azienda agricola a Greve in Chianti, terra di vini rossi e del Gallo Nero.

Leonardo Manetti non produce solo Vino Chianti Classico D.O.C.G., Vino I.G.T Toscana e Vino da Tavola, ma anche olio extravergine di oliva e iris pallida, comunemente chiamato giaggiolo ed esportato in Francia per essere impiegato nella realizzazione di importanti profumi di fama mondiale. E' lui stesso a dedicarsi alla coltivazione dei terreni, aiutato dal padre e da altri componenti della famiglia, ed i suoi prodotti mescolano la tradizione locale alle moderne conoscenze tecniche. E' una persona genuina e diretta dalle mille passioni, che riesce a coltivare tutte con il medesimo entusiasmo, se volete leggere i suoi versi poetici, che trasmettono un grande amore per la sua terra, vi invito a cliccare sul suo blog Chianti Poesia.





L' uva coltivata dall' azienda è il Sangiovese, vitigno a bacca rossa che da vita a vini strutturati ed eleganti, di colore rosso rubino e dal profumo persistente.Vini che si accompagnano a varie tipologie di cibi, piatti della tradizione toscana, primi piatti, arrosti, selvaggina, carni rosse alla griglia, formaggio pecorino, ma anche piatti della cucina internazionale.

Il packaging delle bottiglie è lineare, elegante e raffinato con il dettaglio argentato di una piuma che scrive, chiara menzione al suo amore per la poesia. Ora andremo a visionare la scheda tecnica dei vini Cantine Leonardo Manetti.




CHIANTI CLASSICO D.O.C.G. 2015

Colore: Rosso rubino vivace
Odore: frutti di bosco
Gusto: frutta rossa, fresco e piacevole
Titolo alcolometrico: 13,5%
Abbinamento: Primi piatti a base di carne, carne alla griglia e formaggio pecorino.
Vitigno: Sangiovese 100%
Informazioni aggiuntive: La vendemmia è effettuata manualmente in ceste. La vinificazione delle uve avviene in maniera tradizionale, fa seguito una maturazione del vino in botti di cemento vetrificato e un affinamento in bottiglia di circa quattro mesi.




TOSCANA I.G.T. 2016

Colore: Rosso rubino vivace
Odore: frutti di bosco
Gusto: frutta rossa, profumato, fresco e piacevole
Titolo alcolometrico: 13%
Abbinamento: Primi piatti a base di carne, carne alla griglia e formaggio pecorino.
Vitigno: Sangiovese 100%
Informazioni aggiuntive: La vendemmia è effettuata manualmente in ceste. La vinificazione delle uve avviene in maniera tradizionale, fa seguito una maturazione del vino in botti di cemento vetrificato e un affinamento in bottiglia di circa quattro mesi.

Ringrazio Cantine Leonardo Manetti per la gradita collaborazione. Sabina.











martedì 19 giugno 2018

PENNE CON SEMI DI LINO AL PESTO DI VALERIANELLA.





Avete già assaggiato le nuovissime novità in casa Delverde? Parliamo di 5 nuove referenze, tra cui la pasta con ceci e la pasta con semi di lino. Sono realizzate con semola di grano duro, acqua purissima della sorgente del fiume Verde, a cui viene aggiunto una quantità consistente di ceci ( 30% ) e semi di lino ( 24% ), rendendole ricche di elementi nutritivi.

Sono buonissime e leggere,  perfette per creare piatti ricchi di gusto e tanto benessere. Io le ho provate grazie alla Degustabox di maggio. Oggi vi presento quindi una ricetta dove ho utilizzato le penne con semi di lino e ho realizzato un delizioso pesto homemade di valerianella, anche chiamata songino, dal sapore dolce ed equilibrato.

PENNE CON SEMI DI LINO AL PESTO DI VALERIANELLA
180 g penne con semi di lino Delverde
60 g valerianella
30 g pinoli
8 pomodorini pachino
4 cucchiai di parmigiano reggiano
1 spicchio di aglio
sale q.b.
olio extravergine di oliva
Preparazione: per prima cosa, lavare ed asciugare la valerianella, eliminando i filamenti. In un mixer mettere l' insalata con lo spicchio di aglio, il pizzico di sale, il parmigiano, i pinoli e olio quanto basta ad ottenere un pesto fluido. Azionare le lame a piccoli scatti per non surriscaldare il pesto. Mettere a bollire l' acqua per la pasta, a bollore salare l' acqua e tuffare le penne. In una padella mettere un filo di olio e rosolare dolcemente i pomodorini tagliati a metà, salandoli leggermente. Basteranno pochi minuti, spegnere e tenere da parte. Scolare la pasta al dente, conservando qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta, mettere le penne in una terrina e condire con il pesto di valerianella, ammorbidendo se occorre con un pò di acqua di cottura della pasta. Impiattare e arricchire il piatto con i pomodorini. Servire.

Il pesto avanzato può essere conservato 2/3 giorni in frigo, in un vasetto ermetico, ben ricoperto di olio, oppure potete congelarlo in pratiche dosi monoporzione, utilizzando i contenitori per il ghiaccio.
Buon appetito, Sabina.



domenica 17 giugno 2018

OLIO DI ARGAN PURO 100%, ARGAN COSMETIC.





Oggi parliamo di un prodotto preziosissimo in ambito cosmetico: l' olio di Argan puro al 100% bio di Argan Cosmetic, azienda che prende il nome dalla sua titolare Khadija di origini marocchine, ma trapiantata in Puglia.
Khadija ha deciso di importare e commercializzare il prezioso olio, che arriva in Italia già imbottigliato direttamente dal Marocco, in modo da preservarne tutte le molteplici proprietà. L' olio di Argan viene prodotto seguendo antiche tradizioni, tramandate da donne di generazione, in generazione.

L' olio di Argan ha tante proprietà che lo rendono perfetto come antiossidante, idratante, elasticizzante, antirughe, per rinforzare le unghie e per combattere la secchezza dei capelli. Si ottiene dalla spremitura a freddo dei semi non tostati dei frutti dell' albero di Argan per mantenere inalterate le sue proprietà.

Nella medicina tradizionale, l' olio di Argan è indicato per combattere l' acne, per le ustioni lievi e per le piccole cicatrici, per eliminare il prurito della psoriasi, per le irritazioni da sfregamento, per ridurre le macchie della pelle. Si può utilizzare anche per praticare dei massaggi  sui muscoli indolenziti o sulle articolazioni doloranti. Perfetto anche per idratare le mani, i talloni ed i gomiti screpolati.

Io lo utilizzo con successo per combattere la secchezza dei capelli. Un paio di volte a settimana faccio degli impacchi pre-shampoo: metto un pò di olio sulle lunghezze e sulle punte dei capelli e lo tengo in posa per almeno un' ora prima di procedere al normale lavaggio. Aiuta a ripristinare la bellezza dei capelli, idratandoli, alimentando le fibre capillari e donando loro morbidezza e lucidità.

Altri usi dell' olio di Argan: ottimo per lenire la pelle dopo la depilazione, per le smagliature fresche e anche come scrub labbra, se unito ad un pò di zucchero, esfolia efficacemente le labbra, eliminando le pellicine e ammorbidendole.
Sul sito Argan Cosmetic, potete trovare anche altre tipologie di prodotto tutte a base di olio di Argan: creme e sieri viso, latte detergente, latte corpo, bagnodoccia, shampoo, sapone vegetale, crema mani e abbronzante, tutti i prodotti sono consultabili qua.
Il mio olio di Argan è contenuto in un delizioso flacone dalla tipica foggia marocchina, contiene 30 ml di prodotto con pratico contagocce e costa € 14. Tutti i prodotti di Khadija Argan Cosmetic sono naturali e non contengono parabeni.
Sabina.

venerdì 15 giugno 2018

PASTA FREDDA ALLA CURCUMA, CON PISELLINI, POMODORINI E TONNO.





La pasta fredda è sempre la soluzione ideale nella stagione primaverile ed estiva. Si adatta perfettamente a qualsiasi palato, è fresca, gustosa e saziante. Può essere benissimo un piatto unico, magari accompagnato da una bella insalata. E' la perfetta idea svuota-frigo ed esistono varianti infinite, basta usare solo un pizzico di fantasia ed ovviamente, scegliete sempre un buon olio extravergine di oliva italiano, che fa sempre la differenza.

PASTA FREDDA ALLA CURCUMA, CON PISELLINI, POMODORINI E TONNO
Ingredienti per 2 persone:
180 g pipe rigate ( o farfalle, o mezze maniche o fusilli )
160 g tonno sott' olio
10 olive nere
10 pomodorini datterino
2 cucchiaini di curcuma
1 tazza di pisellini lessati
olio extravergine di oliva
sale q.b.
basilico fresco
Preparazione: tagliare a metà i pomodorini e metterli in una ciotola, salare, aggiungere un paio di foglioline di basilico ed un bel giro di olio. Lasciare insaporire una mezzoretta. Mettere in seguito a bollire l' acqua per la pasta. Quando bolle, unire la curcuma mescolando bene e aggiungere la pasta, che nel tempo di cottura prenderà un bel colore aranciato. Scolare al dente, mettere in una terrina e unire i pomodorini con l' olio, i pisellini, le olive a rondelle e il tonno ben sgocciolato. Mescolare con cura e delicatezza. Servire accompagnando con delle foglioline di basilico.

Buon appetito, Sabina.

mercoledì 13 giugno 2018

SPIGNATTANDO: GEL AI SEMI DI LINO.





Su suggerimento della Dott.ssa Valentina della Bioprofumeria PianoBio di Somma Lombardo, ho realizzato da me il gel ai semi di lino, per realizzare degli impacchi nutrienti per le punte e le lunghezze dei capelli.

Da tempo sto utilizzando solo prodotti bio per la cura dei miei capelli ricci, come saprete questo passaggio comporta un periodo più o meno lungo, dove i capelli sembrano peggiorare. In realtà non peggiorano, ma semplicemente mostrano il loro stato reale senza l' utilizzo di prodotti con siliconi che tendono a lucidare ed ammorbidire il capello. Ci vuole molta pazienza, quindi sono molto indicati 1/2 volte a settimana degli impacchi pre-shampoo, per nutrire il capello in profondità. Ho così chiesto consiglio a Valentina e mi sono così ritrovata a realizzare questo semplice ed economico gel ai semi di lino. I semi di lino li trovate oramai in qualsiasi supermercato, costano pochissimo, una bustina
l' ho pagata solo 1 €.

Il gel ai semi di lino è un vero toccasana per i capelli secchi e sfibrati e la preparazione richiede davvero poca maestria e poco tempo. Basterà mettere 30 g di semi di lino in un pentolino, versarci sopra 200 ml di acqua, portare a bollitura e da quel momento contare 7/10 minuti. Ne uscirà un gel molto vischioso, per nulla bello a vedersi e che ricorda un pò la consistenza del muco, lo so che non è un bel pensiero, ma la somiglianza è proprio quella. Fate raffreddare il gel per almeno un' oretta e poi filtrate attraverso un colino a maglie non troppo strette. Se non vi piace l' odore, anche se a mio giudizio l' odore non è nulla di così fastidioso, potete aggiungere qualche goccia di succo di limone od olio essenziale.

Ma come si utilizza il gel ai semi di lino? Potete decidere di metterlo sulle punte e sulle lunghezze dei capelli e lasciarlo agire per una mezzoretta, per poi procedere con la vostra hair routine, oppure utilizzarlo al posto dei classici prodotti di styling, come se fosse un normale gel, prelevandone una piccola quantità tra le mani e andarlo a distribuire sui capelli umidi o asciutti.

Vi ricordo che questo gel fatto in casa non contiene conservanti, pertanto potete conservarlo in un barattolo sigillato in frigo, per un massimo di 2/3 giorni, oppure congelarlo nei cubetti monodose del ghiaccio in freezer per un periodo di 30 giorni e scongelarlo all' occasione.
Sabina.

lunedì 11 giugno 2018

ROTOLO DI SFOGLIA CON MELANZANE GRIGLIATE E TONNO PINNA GIALLA.





Sappiamo bene quanto sia importante consumare pesce almeno 2/3 volte alla settimana. Il pesce è ricco di preziosi nutrienti, tra cui un alto concentrato di Omega 3 che fa bene al cuore, alla circolazione e aiuta a tenere sotto controllo il colesterolo.

Non sempre è possibile affidarsi a del buon pesce fresco, vuoi per impossibilità a trovarlo, vuoi per i costi elevati o anche semplicemente per mancanza di tempo nel cucinarlo. Senza sensi di colpa, possiamo quindi affidarci al pesce in scatola, ma attenzione, non scegliete la prima scatoletta di tonno che trovate sullo scaffale del supermercato, cercate un marchio che garantisca una pesca sostenibile.

Il mio blog stringe collaborazione con Fish 4 Ever, brand britannico che grazie alla sua scelta etica di affidarsi a piccole imbarcazioni per la pesca, riesce a garantire la massima trasparenza sulla tracciabilità del pescato, offrendo prodotti sicuri e di qualità. Non solo tonno, ma anche sardine, sgombro, acciughe, salmone e altri prodotti.

ROTOLO DI SFOGLIA CON MELANZANE GRIGLIATE E TONNO PINNA GIALLA
Ingredienti:
1 rotolo rettangolare di pasta sfoglia
1 melanzana
1 scatoletta di Tonno Pinna Gialla all' olio di oliva biologico Fish 4 Ever
150 g scamorza
olio extravergine di oliva
origano e sale q.b.
semi di sesamo q.b.
latte q.b.
Preparazione: tagliare a fettine di mezzo centimetro la melanzana. Se la melanzana è fresca, non serve metterla sotto sale per spurgare dal suo liquido amarognolo. Scaldare un piastra e mettere a grigliare le fettine di melanzana qualche minuto per parte. Una volta grigliate, metterle in una terrina e cospargerle di sale, origano ed un giro di olio. Lasciare insaporire una mezzoretta. A questo punto srotolare la sfoglia, mettere uno strato con le melanzane grigliate, uno strato con la scamorza a fettine sottili e quindi distribuire uniformemente il tonno ben sgocciolato e sbriciolato con una forchetta. Arrotolare la sfoglia, fissando bene i bordi con i rebbi di una forchetta. Praticare qualche taglietto sulla superficie e spennellare con del latte, cospargere con i semi di sesamo. Cuocere in forno caldo a 180° per circa 20 minuti, sfornare e aspettare che si raffreddi per tagliare a fette spesse.




Buon appetito, alla prossima ricetta. Sabina.

sabato 9 giugno 2018

BIOTEKO LINEA OFFICINA UMBRA, GEL DI ALOE VERA E I SUOI USI.





Oggi vi parlo dell' azienda artigianale Bioteko, che sviluppa i propri prodotti ispirandosi alla fitoterapia con l’utilizzo di materie prime naturali come oli essenziali, burri vegetali, oli vegetali, estratti e altri principi attivi derivati dall’agricoltura biologica nonchè minerali puri.
L' azienda è immersa nelle colline umbre, coltiva e raccoglie nel rispetto della natura, le proprie erbe officinali necessarie alla preparazione dei cosmetici naturali per il benessere e la bellezza del corpo.

Nello specifico parliamo di un prodotto della linea Officina Umbra, e come dal sito leggiamo, una linea dedicata alla produzione di cosmetici naturali per il benessere e la bellezza del viso e del corpo a base di estratti vegetali ottenuti dalla lavorazione e dalla trasformazione di erbe officinali.
La trasformazione delle erbe in estratti vegetali avviene presso il loro laboratorio mediante un processo di macerazione della durata di 21 giorni utilizzando specifici solventi di estrazione quali alcool biologico puro, glicerina ed olio extra vergine di oliva.

Se vi chiedete quale sia quel prodotto che non dovrebbe mai mancare in una casa, io vi rispondo indubbiamente il Gel di Aloe Vera, che considero un vero e proprio prodotto multifunzionale, adatto ad un sacco di esigenze e problematiche. 
In casa mia ne ho sempre una piccola scorta, appunto perchè lo uso per diverse esigenze e per tutta la famiglia, ma attenzione, deve trattarsi di gel di aloe vera puro, che contenga almeno il 98% di succo di aloe e quindi capirete anche perchè, un buon gel di aloe ha sempre dei costi un pò elevati. Diffidate quando il prodotto costa troppo poco, perchè certamente non si tratta di puro gel di aloe.

Il gel di aloe vera bio di Officina Umbra è un vero toccasana per la pelle e non solo. Ha proprietà cicatrizzanti, lenitive, idratanti, rinfrescanti, antisettiche.
Dal sito leggiamo: composto per il 99% da puro succo di aloe vera biologico, è una formulazione semplice e pura che mantiene inalterate le virtù della pianta fresca. Svolge un’azione lenitiva e rinfrescante sulla cute arrossata, scottata ed irritata. Indicato per scottature e colpi di sole, infiammazioni, punture d’insetto, manifestazioni allergiche cutanee, piccole lesioni, escoriazioni.




La confezione contiene 200 ml di prodotto, con pratico dispenser, per un Pao di 6 mesi e costa € 12. Lo utilizzo davvero per tutto: per le scottature, per le punture di insetto, per le contusioni, per lenire la pelle dopo la depilazione, ma anche come styling per i miei capelli ricci e per uno scrub efficace per il viso.

Vediamo i miei utilizzi preferiti con il gel di aloe vera.

Scrub efficace: non dovrete fare altro che mescolare una parte di gel di aloe, con zucchero di canna e succo di limone, passarlo sul viso evitando il contorno occhi e massaggiare delicatamente. Risciacquare con acqua tiepida e... sentirete che pelle liscia e luminosa. 

Styling dei capelli ricci: si rivela ottimo e ha salvato l' aspetto dei miei ricci, in quanto aiuta sia a contrastare la secchezza dei capelli, sia a mantenerli morbidi, idratati e lucidi. Dopo averli lavati come mia routine, li tampono delicatamente con un asciugamano in microfibra per togliere l' eccesso di acqua, applico una dose di gel di aloe vera sulle mani e poi con le mani vado a stropicciare i capelli dal basso verso l' alto. Procedo quindi alla normale asciugatura, che può essere con il diffusore, con il plopping o semplicemente al naturale. L' effetto è strepitoso e assolutamente naturale. Oppure sempre con il gel di aloe vera, si può fare un impacco pre-shampoo, mettendo una dose di gel sulle punte e sulle lunghezze, pettinando i capelli con un pettine di legno a denti larghi e tenendo in posa almeno una mezzoretta, per poi procedere con la propria hair routine.

Nel periodo estivo lo utilizzo anche al posto della classica crema viso, in quanto con il caldo la mia pelle non tollera la ricchezza di certe creme e preferisce la consistenza leggera e fresca del gel, che comunque riesce a garantirmi una buona idratazione. Ottimo anche per idratare il contorno occhi e ridurre i piccoli segni del tempo.

Per lenire le infiammazioni gengivali: ahimè ne soffro periodicamente, anche con la comparsa delle fastidiosissime afte, basta applicare una punta di gel di aloe sulla parte interessata e dolorante, lasciando agire qualche minuto. Vi assicuro che nell' arco di un paio di giorni avrete un grosso beneficio.

Per fissare in maniera ottimale le sopracciglia: basta pettinarle e fissare con una punta di gel di aloe, vedrete che risultato impeccabile!

Ditemi che anche voi non potete fare a meno del gel di aloe vera, e se non lo avete in casa, vi consiglio l' acquisto al 100% per tutte le ragioni elencate qua sopra. Potete acquistarlo sul sito stesso, oppure presso i rivenditori ufficiali, io l' ho acquistato da Le Muse Bio.
Sabina.


mercoledì 6 giugno 2018

RISOTTO PROFUMATO ALLE ZUCCHINE E POLVERE DI LIMONE & ZENZERO.





Oggi vi presento un risotto semplice ma profumato e arricchito dalla Polvere di Limone & Zenzero di Sicilia che potete acquistare su Bottega Sicana.
E' la combinazione perfetta ed equilibrata tra la freschezza dei limoni di Sicilia e l' aroma speziato dello zenzero. La polvere viene essicata con metodo artigianale e naturale delle bucce dei limoni e della radice di zenzero, non contiene coloranti e conservanti.

RISOTTO PROFUMATO ALLE ZUCCHINE E POLVERE DI LIMONE & ZENZERO.
Ingredienti per 2 persone:
4 pugni di riso carnaroli
1 zucchina grossa
mezzo limone bio
1 piccolo scalogno
brodo vegetale q.b.
olio extravergine di oliva
Polvere di Limone & Zenzero Bottega Sicana q.b.
Preparazione: tenere in caldo il brodo vegetale. Spremere il succo del mezzo limone e grattugiare la buccia. Lavare e spuntare la zucchina. Con una mandolina ricavare alcune strisce sottili dalla zucchina e tenerle da parte. La rimanente zucchina grattugiarla con una grattugia a fori grossi e lasciarla spurgare dall' acqua di vegetazione. In una padella mettere un giro di olio e lo scalogno tritato fine, lasciare imbiondire e unire il riso, facendolo tostare un paio di minuti. Aggiungere quindi la zucchina grattugiata e ben strizzata, mescolare e sfumare con il succo di limone, aggiungendo anche la buccia. Portate a cottura il risotto, allungando con il brodo caldo all' occorrenza. Nel frattempo, in un pentolino friggere le zucchine fino a che diventano croccanti e tenerle da parte. Una volta pronto il risotto, spegnere, allontanare dal fuoco e aggiungere un cucchiaino di polvere di limone & zenzero, mescolando bene. Impiattare con l' ausilio di un coppapasta, decorando con i fili di zucchine fritte ed una spolveratina di polvere.

Buon appetito, alla prossima ricetta. Sabina.



POLPETTE CON FIORI DI ZUCCHINE E MORTADELLA.





Ci sono prodotti di cui non ti stancheresti mai. Dopo il tormentone degli asparagi e delle mille ricette realizzate, ecco la mia nuova passione per i fiori di zucchine.
Questa volta una ricetta semplicissima e che richiede solo 15 minuti di cottura in forno, quindi si rivela un piatto leggero e veloce, ma saporito grazie alla presenza della mortadella.

POLPETTE CON FIORI DI ZUCCHINE E MORTADELLA
Ingredienti per 9/10 polpette:
100 g fiori di zucchine
1 zucchina
60 g mortadella
4 cucchiai di parmigiano reggiano
1 uovo
sale e pepe q.b.
pangrattato q.b.
olio extravergine di oliva
Preparazione: lavare delicatamente i fiori di zucchina, eliminando il pistillo interno. Farli asciugare su carta assorbente. Nel frattempo lavare e spuntare la zucchina e grattugiarla con una grattugia a fori grossi, metterla in un colino a perdere l' acqua di vegetazione per una mezzoretta ed in seguito strizzare bene, prima di trasferirla in una terrina. Unire quindi i fiori di zucchine tagliati a striscioline, l' uovo sbattuto con sale e pepe, il parmigiano e la mortadella tritata. Amalgamare bene e aggiungere pangrattato quanto basta ad ottenere un composto lavorabile. Andare ora a formare le polpette con le mani, passandole bene nel pangrattato. Prendere una teglia forno, io ho usato quelle biodegradabili di Rotofresh Rotochef, ungerla di olio e adagiare le polpette, irrorandole con un filo di olio. Cuocere in forno caldo a 180° per circa 15 minuti, fino a doratura.

Servire tiepide. Buon appetito, Sabina.

martedì 5 giugno 2018

PENNE AL PESTO DI MENTA, CON ZUCCHINA E POMODORINI AL FORNO.





Questa ricetta nasce in sinergia con l' arrivo a casa dell' Olio Extravergine di Oliva Biologico di Olearia Clemente, un olio prodotto nello scenario incontaminato del Parco Nazionale del Gargano, dove gli oliveti sono nati spontaneamente e dove l' olio assume elevate caratteristiche organolettiche.

Un olio le cui caratteristiche vengono esaltate a meglio a crudo e che si rivela perfetto anche per
l' alimentazione dei bambini. E così esco sul terrazzo, prendo un mazzetto di basilico, un mazzetto di menta e via in cucina a creare questo perfetto mix di sapori, un piatto fresco e saporito, da mangiare rigorosamente a temperatura ambiente.

PENNE AL PESTO DI MENTA, CON ZUCCHINA E POMODORINI AL FORNO
Ingredienti per 2 persone:
180 g penne rigate
1 zucchina
10 pomodori Pachino
1 mazzetto menta
1 mazzetto basilico
mezzo spicchio aglio
20 g mandorle pelate
sale e pepe q.b.
3 cucchiai di parmigiano reggiano
olio extravergine di oliva biologico Olearia Clemente 
Preparazione: lavare i pomodori e tagliarli a metà. Metterli su una teglia rivestita di carta forno, salarli leggermente e irrorarli con un filo di olio. Cuocerli in forno caldo a 180° per circa 15/20 minuti, devono appassire e leggermente abrustolire la buccia. Lavare e spuntare la zucchina, con una mandolina tagliarla a fette sottili per il lungo e grigliare le fette, su una piastra calda, un paio di minuti. Mettere le zucchine in un piatto, irrorarle con olio e unire delle foglioline di menta e basilico, lasciare marinare almeno una mezzora. Tenere da parte i pomodori una volta cotti. Preparare ora il pesto: in un mixer mettere 8 foglie di menta, qualche foglia di basilico, l' aglio, le mandorle, il pizzico di sale e pepe, il parmigiano, mezzo bicchiere scarso di olio. Azionare le lame a piccoli scatti, per non surriscaldare il pesto. Se occorre aggiungere altro olio, la consistenza deve essere fluida. Cuocere la pasta in abbondante acqua salata, scolarla al dente conservando un pò di acqua di cottura, trasferirla in una terrina e condirla con il pesto di menta, amalgamando bene. Se dovesse risultare troppo fluido, diluire con un cucchiaio di acqua di cottura. Unire quindi i pomodori al forno e le zucchine sgocciolate dall' olio della marinatura. Impiattare decorando con qualche fogliolina di menta.




Se volete ingentilire il pesto di menta, usate metà foglie di menta e metà foglie di basilco. Non buttate l' olio di marinatura delle zucchine, che con la menta ed il basilico sarà aromatizzato e potrete utilizzare per insaporire fettine di carne, pesce o la feta.
Buon appetito, Sabina.

lunedì 4 giugno 2018

CREMA LABBRA RIPARATRICE GOLOSA BIOFFICINA TOSCANA.





Oggi una recensione veloce su questo prodotto interessante firmato Biofficina Toscana.
Complice il mio ultimo ordine su Le Muse Bio, ho voluto provare questa Crema labbra riparatrice golosa, dal momento che le labbra sono il mio punto debole.

Soffro spesso di labbra secche, nelle giornate ventose a volte arrivano ad aprirsi dei micro taglietti sui bordi, quindi cerco sempre prodotti e balsami labbra che siano all' altezza e possibilmente realizzati con ingredienti naturali.

Dal sito leggiamo: una crema studiata per riparare e idratare le labbra grazie all’unione tra la quota acquosa e quella nutriente tipica delle emulsioni, ideale come completamento del trattamento scrub. Indicata per una protezione efficace e durevole dagli agenti atmosferici, diventa anche un’ottima base per l’applicazione di rossetto e lucidalabbra. Grazie alla presenza di zuccheri e glicoli ha inoltre un effetto tensore volumizzante che rende le labbra rimpolpate oltre che ben idratate. Efficace inoltre per la cura del contorno labbra, anche in sinergia con lo scrub.

La crema è contenuta in un pratico tubetto con beccuccio erogatore, contiene 15 ml di prodotto ( una quantità più che ottima, vista la quantità ridotta che si utilizza ad ogni applicazione ), per un Pao di 6 mesi, il prezzo di vendita consigliato è di € 6,90. E' ricca di sostanze funzionali tra cui il miele biologico, gli estratti biologici di avena, calendula, fiordaliso, iperico e malva; contiene zuccheri, oli biologici di girasole e di mandorle dolci, squalene e vitamina E.

Basandomi sulla mia esperienza dopo un paio di settimane di utilizzo, la uso la mattina prima del
make-up e la sera prima di andare a letto, posso dirvi che le mie labbra sono molto migliorate sul piano della secchezza. Io utilizzo il beccuccio erogatore per mettere una piccola quantità di crema sulle labbra e poi vado a massaggiare con le dita, uscendo un pò dai bordi, in modo da nutrire al meglio il contorno labbra, che alla mia età inizia a presentare qualche imperfezione.

La crema appena stesa presenta una patina bianca, che tuttavia sparisce in pochi attimi. Nelle prime applicazioni ho avvertito un lieve pizzicore sul contorno labbra, certamente data dall' effetto tensore, non aspettatevi però le caratteristiche di un comune balsamo: la crema una volta assorbita non lascia le labbra lucide, vi sembrerà di non avere messo niente, anche se le labbra saranno morbide e particolarmene lisce, infatti questa crema si rivela anche un perfetto primer labbra, io lo utilizzo con soddisfazione con alcuni rossetti liquidi, che solitamente mi seccano troppo le labbra.

Ho letto in merito recensioni contrastanti, chi dice che non idrata assolutamente, chi dice che non aiuta la stesura dei rossetti, chi dice che non ha effetto tensore ecc, ecc. Io posso dire che, le mie labbra sono molto migliorate in idratazione, appaiono molto più lisce e curate e non avverto minimanente l' esigenza di passare successivamente il burrocacao. Sull' effetto rimpolpante ho qualche riserva, nel senso che le mie labbra, dopo l' applicazione, avvertono l' effetto tensore, ma non le vedo più voluminose. In ogni caso è un prodotto per me valido, perfetto anche per gli uomini, visto che la crema si assorbe velocemente e non lascia patine lucide od appiccicose.

Piccolo appunto: quando ho scelto la profumazione golosa ( non amo troppo il gusto agrumato sulle labbra ), mi aspettavo una profumazione più... golosa. Il profumo è tuttavia dolce, ma molto lieve, quindi non abbiate timore di andare incontro ad un gusto troppo stucchevole.

Inci:
Aqua [Water], Glyceryl stearate, Caprylic/capric triglyceride, Ethylhexyl palmitate, Glycerin, Propanediol, Sorbitol, Hydrogenated olive oil decyl esters, Sorbitan olivate, Cetearyl alcohol, Cetearyl glucoside, Mel/Honey*, Squalane, Avena sativa (Oat) kernel extract*, Calendula officinalis flower extract *, Centaurea cyanus flower extract*, Hypericum perforatum (Saint John's Wort) flower/leaf/stem extract*, Malva sylvestris (Mallow) flower/leaf extract*, Helianthus annuus (Sunflower) seed oil*, Prunus amygdalus dulcis (Sweet almond) oil*, Cetyl palmitate, Benzyl alcohol, Aroma [Flavor], Xanthan gum, Sorbitan palmitate, Benzoic acid, Dehydroacetic acid, Lactic acid, Lecithin, Sodium hydroxide, Tocopherol, Ascorbyl palmitate, Citric acid. 

*da agricoltura biologica

Potete acquistarlo direttamente dal sito o dai numerosi rivenditori autorizzati. Io personalmente l' ho acquistato da Le Muse Bio. Sabina.

sabato 2 giugno 2018

GALLETTE DI FARRO CON YOGURT GRECO E FRUTTA FRESCA DI STAGIONE.





Ecco a voi una semplice idea per una colazione od una merenda sana e leggera. Ho utilizzato le gallette di farro da agricoltura biologica, dell' azienda toscana Poggio del Farro, perfette per condimenti sia dolci che salati. Ci ho abbinato tanta frutta fresca di stagione a piacere, lo yogurt greco autentico Delta 0% di grassi, selezionato da Yomo e qualche fogliolina di menta.

GALLETTE DI FARRO CON YOGURT GRECO E FRUTTA FRESCA DI STAGIONE
Ingredienti per 2 spuntini:
2 gallette di farro bio Poggio del Farro
mezza confezione di yogurt greco autentico Delta
qualche fogliolina di menta
4 ciliegie
2 fragole
2 fettine di pesca
qualche mirtillo
Preparazione: lavorare con un cucchiaio lo yogurt greco, fino a farlo diventare una crema morbida. Spalmarlo sulle gallette. Decorare ogni galletta a piacere con le ciliegie, lasciando il picciolo perchè più belle da vedere, qualche mirtillo, la fettina di pesca e una fragola tagliata a metà. Completare con le foglioline di menta. Lo spuntino è pronto.




Non è un' idea carinissima da presentare ai vostri ospiti? Potete ovviamente variare sulla scelta dei frutti. Alla prossima idea, Sabina.