venerdì 15 aprile 2016

RISOTTO ALLO ZAFFERANO, MANTECATO CON NDUJA





Oggi volevo un risotto dal gusto deciso, colorato e siccome a casa mia il piccante si mangia sempre volentieri, ho trovato una variante carina per il classico risotto allo zafferano... Per questa ricetta ho usato il riso Carnaroli Ecorì, che potete acquistare qua su Lands of Goodness. Dalla descrizione leggiamo: il riso Carnaroli è una delle varietà italiane “superfini” più apprezzate dalla grande cucina per le sue pregiate caratteristiche qualitative. Ha chicchi grossi e affusolati; l’alto contenuto di amilosio lo rende particolarmente consistente e di ottima tenuta alla cottura. Il Carnaroli rimane al dente nel cuore, ma rilasciando l’amido in superficie facilita la mantecatura e consente di amalgamare ed esaltare i sapori di qualsiasi preparazione. E’ l’ideale per i risotti che devono apparire ben sgranati ma anche per le insalate e tutte le ricette d’autore.
Per questa ricetta si procede come un normale risotto allo zafferano e si termina con una speciale mantecatura alla nduja... un risotto da leccarsi i baffi. Vi presento la mia versione.

RISOTTO ALLO ZAFFERANO, MANTECATO CON NDUJA
Ingredienti per 2 persone:
200 g riso Carnaroli Ecorì Lands of Goodness
20 g burro vegetale
1 scalogno
brodo vegetale
mezzo bicchiere di prosecco
1 bustina di zafferano
20 g nduja
grana padano q.b.
qualche fogliolina di menta
Preparazione: preparare il brodo vegetale in precedenza e tenere al caldo. In una padella antiaderente, soffriggere lo scalogno tritato fine con il burro. Unire il riso e tostarlo un paio di minuti, sfumare con il prosecco, quando sara' evaporato unire un mestolo di brodo caldo. Portare a cottura, allungando con del brodo man, mano che il precedente sara' assorbito. A pochi minuti dalla fine, aggiungere lo zafferano e mescolare bene. Una volta cotto il risotto, spegnere e mantecare con la nduja a pezzetti, amalgamando bene e spolverizzare con il grana grattugiato. Fare riposare il risotto un paio di minuti con il coperchio e procedere in seguito all' impiatto. Io ho deciso di utilizzare degli stampini a forma di cuore, ma potete usare dei comuni coppapasta. Decorare con foglioline di menta. Buon appetito!

7 commenti:

  1. Anche le ricette più semplice, sono meravigliose e buone. *-* Ottima presentazione del piatto, e mi sembra delizioso.
    Bravissima come sempre gioia. Un bacione grosso, buona serata.

    RispondiElimina
  2. Buonissimo e ti confesso che anche me il very hot mi piace tantissimo, complimenti per la presentazione una vera chiccheria e very romantic!!!! Ottimo abbinamento quadruplo wow!!!!!!!!!!! Bacione e buon week end!!!
    Mirta

    RispondiElimina
  3. Confesso che anche io adoro il piccante pertanto questo piatto è da rifare

    RispondiElimina
  4. Beh questo è un piatto mio che conosco e amo moltissimo,essendo Calabrese la N'duja è un prodotto che uso spesso,dalla pizza alle bruschette ;-) Brava

    RispondiElimina
  5. Adoro i piatti piccanti...e questo sembra delizioso!

    RispondiElimina
  6. sono troppo carini da mangiare con gli occhi!

    RispondiElimina