sabato 6 giugno 2015

A tavola con FONDO ANTICO.






Ovviamente per un buon pranzo, od una buona cena, non puo' mancare un buon vino.
In casa mia c' e' molta attenzione nella scelta del vino, mio marito possiede una cantinetta personale di cui e' molto geloso, un buon vino sa farsi notare fin dal primo sorso, un buon vino non fa venire mai il mal di testa, cosa che mi capita puntualmente con un vino di cattiva qualita'.

Oggi il mio blog ospita Fondo Antico, azienda agricola siciliana che, dal 1995, decide di procedere alla rivalutazione del territorio e delle sue vigne, producendo vino. E cosi, in uno splendido paesaggio, tra alberi di ulivo, limoneti e fichi d' india, si coltivano circa 80 ettari di vigne. La cura delle vigne, l' attenzione delle uve che arrivano in cantina, tecnologie avanzate, passione, esperienza e controllo accurato, permettono di ottenere vini che sanno contraddistinguersi sul panorama italiano. L' azienda mostra competenza in ogni fase di produzione, dalla vinificazione a temperatura controllata, all' affinamento in barriques di rovere francese, fino alla messa in bottiglia per un ulteriore periodo di maturazione. Si producono cosi diversi tipi di eccellenti vini: Il Canto, Il Coro, Nero d' Avola, Grillo Parlante, Chardonnay, Syrah, Aprile, Memorie Baccadoro, Versi Bianco e Versi Rosso.

Io ho ricevuto una selezione di due vini, Nero d' Avola e Aprile. Scopriamoli assieme.




NERO D' AVOLA. Tipo: Rosso
Denominazione: DOC Sicilia
Uve: Prodotto da uve  Nero d’Avola
Sistema di allevamento: Spalliera, cordone speronato
Vinificazione: Macerazione sulle bucce per 10/12 giorni in larghi vinificatori di acciaio inox a temperatura controllata.
Affinamento: in serbatoi di acciaio e in bottiglia
Gradazione Alcolica: 12,5 % vol.
Capacità bottiglia: cl. 75
Abbinamenti: Buono col  “suo” risotto  al Nero d’Avola e chiodi di garofano. Certo l’accostamento a carni grigliate e formaggi mediamente stagionati.  Piacevole anche con pesci locali e col couscus di pesce . Da provare con piatti antichi  come il trancio di tonno rosolato con cipolle e  menta.
Temperatura di servizio: 16 - 18°C
Il Nero d’Avola, vitigno purtroppo inflazionato, è  presente in Sicilia in così tanti biotipi, versioni, caratteristiche ed interpretazioni che è veramente difficile delinearne un unico profilo. Poiché si tratta di una varietà molto elegante, che conosce benissimo l’ambiente in cui vive, non darle lo spazio che merita significa privarci di un bel pezzo della nostra cultura. Noi lo coltiviamo a 200 m slm su un terreno fresco, con una buona presenza in calcare  e sabbia e così abbiamo conosciuto una pianta di Nero d’Avola dalla vegetazione abbondante, dall’acino succoso, dai toni violacei.  Il vino che ne deriva è longevo, fresco, fruttato con spiccati riferimenti alla ciliegia e ai frutti di bosco. E’così piacevole da bere, a nostro avviso, che abbiamo lavorato per renderlo  compagno della nostre fantasiose tavole, nelle quali accompagna sia piatti di carne che di pece soprattutto se impreziositi da spezie mediterranee. Il tutto, trattandosi di un vino rosso, con l’ obiettivo di  ridare al palato la pulizia e voglia di un altro boccone  … e di un altro sorso.

Un ottimo rosso che ho abbinato ad una deliziosa quiche, scopriamo assieme la ricetta.



 
QUICHE DI ASPARAGI E TALEGGIO.
Ingredienti:
1 rotolo di pasta brise'
250 g di taleggio
1 mazzo di asparagi non troppo grossi
1 confezione di panna da cucina
3 uova
parmiggiano reggiano q.b.
sale
Preparazione: pulire gli asparagi togliendo le parti piu' dure. Lessarli in acqua bollente salata. Scolarli. tenere qualche punta di asparago da parte e tagliare gli altri a rondelle. Tagliare il taleggio a dadini. In una terrina mischiare il taleggio, la panna, le uova, il parmigiano a piacere, gli asparagi e aggiustare di sale. Stendere la pasta brise' su una teglia con la sua carta forno e bucherellare la superficie. Versare l' impasto e cuocere in forno caldo a 180 gradi per circa 30/40 minuti. Sfornare. Decorare con le punte di asparago tenute da parte.

APRILE. Tipo: Rosato
Denominazione: DOC Sicilia
Uve: Prodotto da uve  Nero d’Avola
Vinificazione: 12 ore di macerazione a freddo sulle bucce 
seguita da vinificazione in bianco a temperature controllate.
Affinamento: in serbatoi di acciaio inox  e in bottiglia
Gradazione Alcolica: 12,5 % vol.
Capacità bottiglia: cl 75
Abbinamenti: Mi piace vederlo nel bicchiere per l’aperitivo e sentire i suoi profumi di melograno e di fiori che ritrovo pienamente al palato. Apre gradevolmente una cena; particolare l’accostamento ai crostacei
Temperatura di servizio:  10°- 12°C
Un preludio all’estate, con i toni aggraziati della primavera. Le uve di Nero d’Avola usate conferiscono al naso quel caratteristico odore di ciliegia che ritorna in bocca insieme alla freschezza data, oltre che dal vitigno, da un leggera gradazione alcolica. Può essere, nella ristorazione, un’alternativa al vino bianco perché, la sua acidità bilancia anche pesci mediterranei un po’ più grassi e il bouquet sposa benissimo, senza coprirli i sapori e i profumi dell’isola.

Spesso i vini rosati sono poco considerati, invece io li amo molto. Sono piacevoli, freschi e profumati, inoltre ben si prestano ad un sacco di abbinamenti culinari. Si abbinano bene a paste con il sugo o al forno, alla pizza, a piatti a base di pesce, a zuppe e legumi, ai formaggi freschi e stagionati, ai funghi e ai piatti a base di carne, specialmente quella bianca. Inoltre sono adatti anche per gli aperitivi e in abbinamento ai salumi. Ecco la mia proposta.




BUCATINI ALLA CRUDAIOLA
Ingredienti per 4 persone:
320 g bucatini
4 pomodori maturi ma sodi
40 g di capperi sottosale
40 g di olive nere
160 g di tonno sottolio
olio extravergine di oliva
basilico, aglio, pepe, sale q.b.
scagliette di grana
Preparazione: lavare i pomodori, dividerli in quarti, eliminare i semi e l' acqua di vegetazione. Ridurre ogni quarto di pomodoro in filetti sottili. Metterli in una ciotola, salarli leggermente, aggiungere i capperi dissalati sotto l' acqua e asciugati. Unire le olive tagliate a rondelle, uno spicchio di aglio schiacciato, il tonno sgocciolato, qualche foglia di basilico intera e 4 cucchiai di olio. Coprire la ciotola con un piatto capovolto e tenere in frigo per un paio di ore. In seguito togliere l' aglio e le foglie di basilico, pepare a piacere e mescolare. Nel frattempo lessare al dente in acqua bollente salata i bucatini. Scolateli e trasferiteli in una ciotola grande e cospargete con le scagliette di grana. Mescolare e aggiungere il condimento di pomodori. Mescolare ed impiattare, guarnendo con foglioline di basilico.

Vi invito a seguirli anche sulla loro pagina facebook per essere sempre aggiornati sulle novita'. Per i vostri acquisti, cliccate semplicemente qua.



28 commenti:

  1. Ciao tesoro. Mmmm sono riuscita a sentire il profumino da qui. *-*
    Mamma mia, io amo il quiche. *-* Lo devo fare assolutamente perché lo mangiato una volta sola, e me ne sono innamorata.
    Grazie per la tua deliziosa ricetta e consigli. Come sempre li seguo tutti, e mangio come una pazza. :D (Sentiti in colpa! ahaha)
    Un bacione bellissima, buon weekend. :**

    RispondiElimina
  2. Conosco molto bene questi vini della mia adorata Sicilia.Il mio preferito è Aprile,proprio quello che hai utilizzato per accompagnare i tuoi deliziosi piatti.

    RispondiElimina
  3. Complimenti ottimo vino con ottimo piatto brava come sempre.

    RispondiElimina
  4. Non conoscevo questi vini eppure da buona Campana sono sempre alla ricerca di vini validi. Complimenti a te per le ricette, sempre tanto fantasiose.

    RispondiElimina
  5. Ho avuto il piacere anch'io di poter assaggiare questi Vini SICILIANI di FONDO ANTICO li ho trovati ottimi per accompagnare pietanze di carne e pesce ed esaltarne il sapore.
    Le tue ricette sempre ottime :-)

    RispondiElimina
  6. Buonissimi i vini siciliani, complimenti per la recensione!

    RispondiElimina
  7. due piatti decisamente estivi ed abbinati a due vini che amo di una terra davvero meravigliosa come la Sicilia. Non conoscevo l'azienda Fondo Antico ma vado subito a visitare il sito.

    RispondiElimina
  8. un buon bicchiere di Nero D'Avola è quello che mi ci vorrebbe dopo una giornata stressante in ufficio!

    RispondiElimina
  9. Chissà che buoni questi vini! Dovrei farli vedere ai miei suoceri, loro hanno una cantina ben fornita!!! Ottimi succulenti hai preparato!

    RispondiElimina
  10. Quella quiche di asparagi mi sembra buonissima e poi accompagnata da un buon vino è tutta un altra cosa :)

    RispondiElimina
  11. Adoro i vini e voglio provare anche questi. Buonissime le tue ricette!

    RispondiElimina
  12. che bel colore questo vino, e ottimo il tuo abbinamento! complimenti!

    RispondiElimina
  13. Considerando che sono vini della mia terra non posso che approvare la tua scelta. E poi, hai saputo abbinarli in maniera superlativa

    RispondiElimina
  14. Ommamma, non so se strabuzzare gli occhi più per la pasta o per la quiche *_*
    Il vino siciliano ha decisamente una marcia in più, visto il clima meraviglioso che offre un territorio fertilissimo.
    Fondo Antico non lo conoscevo, ma farò in modo che accompagni presto anche i miei piatti.

    RispondiElimina
  15. Nero d'avola lo avevo già sorseggiato mentre devo dire che Aprile mi è nuovo. Da provare ovviamente accompagnato da una bella fettina di ciccia ^_^

    RispondiElimina
  16. Devo provare la tua quiche agli asparagi e taleggio, ti farò sapere come mi è venuta. ottimo l'abbinamento del vino proposto, compli!!

    RispondiElimina
  17. tutto questo ben di Dio mi fa venire fame e poi accompagnato da un buon vino....che bontààààààààààààà

    RispondiElimina
  18. adoro i vini è questi che ci presenti oggi devono essere davvero straordinari, ottimi e gustosi, insomma da provare assolutamente, corro nel loro sito per scoprire qualcosina di piu in merito.

    RispondiElimina
  19. Non conosco questa azienda ma mi incuriosisce molto, mi piacerebbe provare Aprile; ottimi i tuoi abbinamenti brava

    RispondiElimina
  20. questi loro vini sono davvero pregiati e di qualità, ideali per accompagnare tutte le nostre portate, che buone ricette che hai preparato

    RispondiElimina
  21. brava... tu mi delizi con le tue preparazioni... e questo vino poi deve essere assolutamente ottimo... giusto da degustare in queste sere d'estate con amici... grazie

    RispondiElimina
  22. Un'azienda agricola che non conoscevo questa di Fondo Antico, sono curiosissima di provare i loro vini. La Sicilia è nota come "terra della vite" e il Nero d'Avola è senza dubbio il vino siciliano più conosciuto e apprezzato a livello mondiale. Da provare anche Aprile. Ottimi gli abbinamenti proposti.

    RispondiElimina
  23. Un'eccellente proposta culinaria ci hai fornito e l'abbinamento del vino di Fondo Antico è perfetto. Voglio provare a proporre la tua ricetta dei bucativi alla crudaiola

    RispondiElimina
  24. Wow! Quella quiche di sparagi e taleggio ha un aspetto davvero super! Perfetta abbinata al Nero D'Avola. Fondo Antico è una cantina che non conoscevo, da provare! :) Ottima anche la proposta bucatini alla crudaiola con Aprile. Devo ricordarmi di passare più spesso da queste parti! :)

    RispondiElimina
  25. conosco il nero d'avola ed è un vino che mi piace molto

    RispondiElimina
  26. un ottimo vino come questo è sempre la base per poter gustare al meglio delle prelibate pietanze

    RispondiElimina
  27. Conosco l'azienda agricola Fondo Antico e i 2 vini che ci hai presentato sono ottimi. Gli abbinamenti che hai creato mi stuzzicano proprio l'appetito, brava!

    RispondiElimina
  28. Sono molto buoni questi vini, piacciono soprattutto a mio padre, ciao e buona giornata.

    RispondiElimina